Quando il teatro è terapia: compagnia di disabili in scena con Pinocchio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1152

AVEZZANO. Il progetto durato due anni e' stato finanziato e ideato dalla Regione Abruzzo, domani in scena il Pinocchio di Marconi
AVEZZANO. Una compagnia teatrale formata da soli ragazzi disabili.
Si tratta di un esperimento unico nel suo genere ideato e finanziato dalla Regione Abruzzo.
Lo spettacolo, tratto dal celebre musical "Pinocchio" per la regia di Saverio Marconi e con musiche dei Pooh, andrà in scena domani, sabato 29 luglio 2006, alle 18 al teatro Talia di Tagliacozzo.
Un'iniziativa che, forse più di ogni altra tradizionale terapia, ha permesso a molti ragazzi chiusi nel loro mutismo di ritrovare l'allegria e la voglia di vivere e interagire con il prossimo.

La "Compagnia dei commedianti", formata da 30 ragazzi provenienti da tutta la Marsica, torna in scena a un anno dal trionfo della prima annualità del progetto quando portò alla ribalta il musical "Chorus line" facendo registrare il tutto esaurito sulle piazze marsicane. Un successo che secondo le previsioni sarà bissato.

Anche quest'anno la versione del musical parte dall'idea originale rielaborata e adattata al gruppo di attori.
«In questo secondo anno», spiega Donato Neri responsabile del laboratorio socio-teatrale, «sono stati notevoli i progressi raggiunti dai partecipanti. Valga per tutti il caso di una ragazza della Marsica occidentale che, chiusa in un mutismo assoluto dall'inizio del progetto, ha improvvisamente cominciato a interagire con i compagni e poi a ridere e a rispondere alle varie proposte degli educatori».
Il "Progetto Talia" è riuscito a centrare l'obiettivo di costituire una compagnia di recitazione stabile e un centro di produzione artistica composta esclusivamente da ragazzi disabili realizzando rassegne, festival, cortometraggi e mostre.
Il laboratorio parte dal concetto che il corpo è uno strumento di comunicazione.
L'iniziativa è stata curata dalla cooperativa sociale "Phoenix", che ha creduto nell'innovativo progetto; dall'associazione Metamorfosi che ha curato formazione, creazione e attività del laboratorio sociale, e dai Comuni di Tagliacozzo, capofila del progetto, e di Scurcola Marsicana, Carsoli, Cappadocia e Castellafiume, che hanno aderito.

28/07/2006 10.02