Città Sant’Angelo: la settimana dedicata alla cultura siciliana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

901

CITTA’ SANT’ANGELO. Parte sabato prossimo, con la manifestazione più importante della stagione, il cartellone estivo angolano: prenderà il via il 15 luglio “dall’Etna al Gran Sasso”, settimana dedicata alla cultura, al folklore, all’artigianato e alla gastronomia siciliane e abruzzesi, che si celebra da quattro anni in collaborazione con il Comune di Nicolosi, città alle pendici dell’Etna gemellata con Città S.Angelo.
All'interno della città angolana verranno allestiti una mostra mercato dell'artigianato artistico e tradizionale dell'Abruzzo e della Sicilia, stand gastronomici che offriranno i piatti tipici della tradizione siciliana preparati dall'istituto alberghiero di Giarre (primi piatti e dolci) ma anche abruzzese (arrosticini e pesce). Da lunedì 17, nell'auditorium S.Agostino , verrà aperta una mostra di gioielli artigianali con la partecipazione di 14 orafi, sia siciliani che abruzzesi. Una vetrina verrà riservata agli oggetti preziosi chiamati “un gioiello per la mamma”, realizzati dall'orafo pescarese Italo Lupo, sulla base dei modelli progettati dagli alunni delle classi quinte della scuola elementare di Città S.Angelo nella settimana dei laboratori d'arte “Godard 2006”. Nello splendido chiostro del Comune, verrà allestita invece la mostra della “Pietra lavica ceramizzata”.

La settimana siciliana in Abruzzo si aprirà con la sfilata dei Carretti Siciliani per le vie del centro storico (ore 18,30) e con una sfilata di moda ( ore 21). Molto spazio, nel corso delle giornate successive, sarà dato al cabaret: quasi ogni sera, in piazza Garibaldi, si esibiranno comici noti ( tra gli altri Marco Mazzocca e Marco Della Noce di Zelig) insieme a spettacoli di teatro dialettale e concerti bandistici. Il clou della manifestazione sarà sabato 22 luglio, quando, a partire dalle ore 18,30, lungo le vie della cittadine sfileranno i costumi del “Carnevale di Misterbianco”, una delle più famose tradizioni carnascialesche d'Italia, che utilizza costumi realizzati a mano, che sono delle vere e proprie sculture rappresentanti i soggetti più impensabili: dal letto di Versailles, alla cucina, alla giostra, alla scalinata della chiesa, alla carrozza del ‘700. Costumi spettacolari, che raggiungono anche dimensioni di 8 metri di diametro. La attrazioni sono tante, in questa manifestazione unica nel suo genere, che ben rappresenta la collaborazione nata sulla spinta del gemellaggio tra Città S.Angelo e Nicolosi, stipulato nel 2001, con l'obiettivo della promozione reciproca dei territori delle province di appartenenza.. Proprio i rapporti istituzionali tra i due comuni e le rispettive province, sono stati oggetto qualche giorno fa di un incontro nel palazzo dei marmi – come ha ricordato ieri l'assessore Fornarola - tra le autorità locali e l'assessore al turismo della Provincia regionale di Catania, Orazio Pellegrino, durante il quale si è deciso di avviare una serie di iniziative per promuovere l'attivazione del volo aereo Pescara – Catania.
La manifestazione,che prenderà il via sabato alle ore 18 nel centro storico di Città S.Angelo, verrà inaugurata dal presidente del Senato Franco Marini.

14/07/2006 9.48