Con la chitarra da Lanciano alla Francia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2098

LANCIANO. Si chiama Andrea Castelfranato, ha 27 anni, è stato scelto come rappresentante della musica chitarristica italiana al festival di Issoudun
Andrea Castelfranato (www.andreacastelfranato.it), rappresentante italiano al festival chitarristico di Issoudun ( Francia).
L'appuntamento (dal 28 al 30 ottobre) è uno tra i più importanti per gli appassionati e chitarristi affermati sulla scena mondiale.
«Ogni anno», spiega Andrea Castelfranato, «la delegazione francese del Festival decide chi chiamare. Essere quest'anno il rappresentante nazionale mi riempie di gioia».
Andrea ha 27 anni, è nato a Lanciano e ha cominciato a studiare chitarra classica a 7 anni.
«Non riesco ancora a crederci», dichiara a pochi giorni dalla partenza.
«E' nato tutto per caso», racconta. «Ho appena inciso un disco dal titolo "Memories". L'ho spedito ad alcuni impresari e un giorno, trovandomi per caso sul sito del festival francese , ho preso il recapito e ho inviato una copia anche a loro. Dopo una settimana ho ricevuto una e-mail dallo staff del festival piena di complimenti con richiesta di pubblicare una recensione del mio cd su un portale francese. Effettivamente, dopo alcuni giorni sul sito viene inserita la recensione del mio disco scritto da Antoine Payen».
Ma questo è solo l'inizio della grande avventura.
«A giugno, infatti, ricevo una telefonata dagli organizzatori dell'evento», racconta il chitarrista abruzzese, «che mi chiedono ufficialmente di partecipare al Festival di Issoudun come rappresentante italiano. Sono davvero lusingato di fare questa bellissima esperienza e di rappresentare il mio Paese».
Questo, per il giovane artista di Lanciano, è un importante riconoscimento dopo molti anni di studio.
«Suono la chitarra acustica da diversi anni. Ho partecipato a diversi concorsi piazzandomi sempre nei primi tre posti è così dopo tanti anni di esperienze dal vivo in lungo e in largo per l'Italia posso dire che il mio nome si è fatto spazio nel settore della chitarra acustica. “Memories”», dichiara orgoglioso Andrea, «è stato recensito da diverse riviste tra cui "Chitarre" e "Celtica" ed un brano è stato inserito in una compilation di chitarristi italiani tra cui c'è anche Alex Britti.
Ad agosto alcuni dei miei brani hanno fatto da colonna sonora per i documentari trasmessi su Raiuno nella trasmissione televisiva "Linea Verde"». G.S. 25/10/2005 8.20




Ascolta la musica di Andrea Castelfranato
Guarda video esibizione