Rosciano per due giorni ritorna al passato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

946

ROSCIANO. L’associazione “L’Albatros” propone due giorni di vita medievale tra sbandieratori e spettacoli itineranti. Il clou della manifestazione: assalto e incendio del castello
Giunge alla sua quinta edizione la manifestazione “A spasso nel tempo, nel cuore della Rosciano medievale”, organizzata dall'associazione culturale femminile “L'Albatros” e prevista per la giornata di oggi e di domani (1 e 2 luglio).
L'evento, patrocinato dalla Provincia di Pescara e dal Comune di Rosciano, non è solo una festa ma un vero e proprio salto nel passato e nella cultura medievale che si respira, ancora oggi, tra gli antichi edifici che caratterizzano il centro storico del comune pescarese.
La manifestazione tende a valorizzare l'antico borgo di Rosciano attraverso due serate d'arte, cultura, spettacolo e gastronomia; aspetti che aiutano a far rivivere il centro storico, con i suoi angoli caratteristici, le sue viuzze brulicanti di gente, gli antichi fondaci tornati ad essere per l'occasione botteghe, le sue chiese ricche di affreschi e le sue forme architettoniche impreziosite da giochi di luce ed ombre.
La giornata di oggi prenderà il via alle ore 20 con spettacoli itineranti realizzati da mangiafuochi, fachiri, trampolieri ed equilibristi con spade diretti dall'agenzia Damiano Rossi.
Spettacoli di danze popolari internazionali saranno proposti dall'associazione culturale “Didee” presieduta da Donatella Di Iulio.
Per domani, invece, si prevede sempre dalle 20 “Lu cantastorie” che vedrà protagonista un giullare il quale si divertirà nel raccontare la storia e le tradizioni della Rosciano medievale. Contemporaneamente, ci sarà la rievocazione storica di gare e tiro con la balestra e combattimento d'arme a cura del gruppo “Armigeri e balestrieri” della città di Bucchianico.
Le vie del centro saranno animate da una parata che vedrà protagonisti musicisti e sbandieratori mentre, il clou della serata, sarà dato dall'assalto e dall'incendio simbolico del castello, vero e proprio spettacolo di fuochi pirotecnici visibile in tutta la Val Pescara. A rendere le due giornate ancora più ricche saranno le botteghe di oggetti artigianali e gli stand gastronomici i quali, offriranno pietanze e vini pregiati. L'ingresso alle due giornate è libero.
I.D.A 01/07/2006 9.08