Torna Atri a Tavola

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1096

Torna Atri a Tavola
ATRI. Reduce dal successo ottenuto nella città di Sanremo, in occasione della 56° edizione del Festival della Canzone Italiana, “Atri a Tavola” è pronta per fare il suo ritorno nella città ducale.
Stiamo parlando della rassegna enogastronomica dei prodotti agroalimentari abruzzesi che si è fatta apprezzare, nella città ligure, da artisti, cantanti e giornalisti di tutto il mondo, grazie ad una edizione speciale, allestita nell'area espositiva del comprensorio turistico “Le Terre del Cerrano”.
Atri a Tavola è una delle più qualificate rassegne enogastronomiche della regione Abruzzo, con degustazioni del tutto gratuite. Una vera e propria guida ai sapori della nostra terra: salumi, formaggi, vino, olio, dolci, confetture, miele, zafferano, tartufi, confetti, erbe officinali, liquori e la famosissima liquirizia di Atri.
La manifestazione è diventata, in appena quattro anni, un punto di riferimento per i produttori abruzzesi, un'altra scommessa vinta dai ragazzi della Promoeventi, i quali sono stati i primi, quattro anni fa, insieme al Sindaco della città di Atri, Paolo Basilico, a credere e puntare sulle potenzialità turistiche dei prodotti tipici.
«“Atri a Tavola”», dichiara Luigi Mazziotti, assessore alla cultura della città di Atri, «rappresenta, non a caso, una delle manifestazioni più seguite del calendario estivo atriano, con una presenza di oltre 15000 visitatori».

Tantissime le novità di questa nuova edizione che tornerà per le vie del centro storico di Atri il 12 e 13 luglio, per poi essere replicata il 12 e 13 agosto.
La città ducale, inoltre, il 12/13 luglio e 12/13 agosto ospiterà in Piazza Duomo un'altra singolare manifestazione: “Antichi mestieri”.
Non una pura e semplice mostra dell'artigianato locale: ai visitatori verrà data l'opportunità di vedere gli artigiani realizzare sotto i loro occhi manufatti originali che conservano tutto il fascino dei tempi andati.
La sapiente maestria di fabbri, falegnami, ceramisti, ricamatrici, calzolai darà vita ad un suggestivo tuffo nel passato, rievocando le serene atmosfere delle botteghe artigiane, in cui il visitatore sarà piacevolmente coinvolto. Lo splendido scenario offerto dalla piazza del Duomo accompagnerà quanti lo vorranno in un indimenticabile viaggio nelle tradizioni della nostra terra.
30/06/2006 9.17