"La guerra di Mario" e "Munich" tra le proposte del Flaiano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1039

Tutto esaurito al Flaiano Film Festival al Cinema Massimo nonostante i Mondiali di Calcio.
Da lunedì scorso infatti grande affluenza di pubblico che affolla le tre le sale dove si alternano film recenti e retrospettive.
Anche per oggi giovedì 22 giugno le proposte sono di particolare interesse.
In Sala 1 per il concorso europeo è la volta alle ore 20,45 de “La guerra di Mario” di Antonio Capuano con Valeria Golino: per difenderlo da abusi e maltrattamenti, il Tribunale dei Minori sottrae alla sua famiglia Mario, un bambino di nove anni, e lo dà in affido provvisoriamente a una coppia di quarantenni non sposati appartenenti all'alta borghesia, Giulia e Sandro, che da tempo stavano cercando di adottare un bambino difficile.

Alle ore 18,00 con replica alle ore 22,45 è di scena il francese “I re e la regina” di Arnaud Desolechin con Catherine Deneuve: la protagonista è alla vigilia delle nozze. Il padre della ragazza sta per morire e un suo ex amante Ismael viene ricoverato per errore in un ospedale psichiatrico. Il destino della donna, che ha un passato doloroso e rimosso alla spalle, incrocia di nuovo quello di Ismael.

In Sala 2 alle ore 19,30 si prosegue con l'ultimo film di Steven Spielberg, “Munich”: nell'agosto 1972, durante la seconda settimana dei Giochi Olimpici di Monaco, il commando terroristico palestinese "Settembre Nero", compie un blitz nel villaggio olimpico rapendo alcuni componenti della squadra israeliana per ottenere la liberazione di numerosi prigionieri palestinesi.

Alle ore 22,45 omaggio a Truffaut con “La signora della porta accanto”, cult della storia del cinema intepretato da Gerard Depardieu e Fanny Ardant: dieci anni prima, Bernard e Mathilde s'erano conosciuti, amati appassionatamente e separati violentemente.

In Sala 3 infine alle ore 18,45 “Darò un milione” per l'omaggio a Mario Camerini: travestito da povero, un milionario, stanco della vita, offre un milione a colui che compirà un atto di bontà verso di lui. Ideato e scritto da Cesare Zavattini.

Alle ore 20,45 un noir italiano di Gabriele Salvatores, “Quo Vadis Baby?”: Giorgia lavora nella piccola ditta di investigazioni private di suo padre, il Capitano. Ha una casa abbastanza grande dove trascorre da sola la maggior parte delle sue serate. Ama un po' troppo l'alcol e nella sua vita sembra non esserci spazio per un uomo.

Alle ore 22,45 cinema messicano con “Asì es la vida” di Arturo Ripstein: in un sobborgo di Città del Messico, il giovane Ottavio vive con la madre, il fratello Ramiro e la moglie di quest'ultimo con il loro bambino. Ramiro picchia spesso la moglie Susana. Ottavio, che è innamorato di lei, assiste senza poter fare niente, ma un giorno decide di cambiare quella precaria vita che conduce, e di scappare, portando via Susana che dice di essere disposta a seguirlo.

22/06/2006 11.35