In scena la magia dei passi di Rudolf Nureyev

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

796

TERAMO. Questa sera nell’ambito della sezione danza, il Maggio Fest di Teramo (www.maggiofesteggiante.it) uno spettacolo dedicato a Rudolf Nureyev, il più grande ballerino di tutti i tempi il cui talento rimane ancora oggi ineguagliato.
Maximiliano Guerra con Paola Vismara, Nino Sutera, Massimo Garon, Antonella Albano per gentile concessione del Teatro alla Scala presentano questa sare lunedi 29 maggio al teatro comunale alle 21,15 Grazie Rudy- Galà Rudolf Nureyev
Il mito Nureyev, che ha segnato un'epoca dal punto di vista interpretativo e creativo nella storia della danza del 900, sarà interpretato dal grande ballerino Maximiliano Guerra, considerato dagli esperti internazionali uno dei più importanti ballerini contemporanei. Insieme a Guerra un cast di primi ballerini e solisti del Teatro della Scala, che condividono l'emozione di far rivivere una figura leggendaria in una serata davvero speciale che Maggio Fest ancora una volta offre alla città di Teramo.

Rudolf Nureyev, il più grande ballerino di tutti i tempi il cui talento rimane ancora oggi ineguagliato, ha segnato un'epoca dal punto di vista interpretativo e creativo nella storia della danza del ‘900.
L'artista ha saputo motivare alla passione per la danza e alla ricerca per la perfezione tecnica tante giovani promesse, che oggi, arricchite dal suo prezioso bagaglio artistico, fanno rivivere la sua ispirazione nel Galà Rudolf Nureyev “Grazie Rudy” a lui dedicato.
A rievocare le coreografie del grande mito della danza, emerge Maximiliano Guerra, considerato dagli esperti internazionali uno dei più importanti ballerini attuali per le sue capacità tecniche straordinarie e per la versatilità artistica che dimostra nell'interpretazione di ruoli classici e moderni.
Il Galà si apre con parole toccanti che accompagnano un filmato di alcune sue memorabili interpretazioni come il Don Chisciotte, Il Lago dei Cigni, La bella Addormentata, Il Corsaro etc. etc.
Un commosso e profondamente umano ricordo di Luigi Pignotti, per lunghi anni manager di Nureyev e attualmente Presidente dell' Associazione Rudolf Nureyev, unica in Italia a godere del riconoscimento e autorizzazione ufficiale della Fondazione Nureyev che, si propone di diffondere e tutelare il nome e il patrimonio artistico del grande danzatore russo.
La spettacolo, già applaudito nei più prestigiosi teatri italiani, torna dunque ora ad emozionare il pubblico.
Costo del biglietto: platea 15 euro; galleria 10 euro

29/05/2006 9.58