Domani presentazione del libro di Filippo Paziente su Giacomo Matteotti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

890

Un libro per confutare le dicerie somministrate dal fascismo e inquadrare meglio la realtà storica della Chieti del processo Matteotti.
L'IRES Abruzzo presenta, nell'ambito delle iniziative promosse per il Centenario della CGIL e per l'80° del Processo Matteotti, il libro di Filippo Paziente, Tè danzanti e fiori rossi per il martire Giacomo Matteotti.
L'autore, che collabora da tempo con l'Istituto, esamina gli aspetti politici del processo; l'influenza di Matteotti, organizzatore di leghe, cooperative e circoli tra i contadini del Polesine, sul movimento dei lavoratori in provincia di Chieti; i riflessi dell'assassinio e del processo sulla resistenza al fascismo in città e in provincia negli anni 1924-1926.
In particolare, l'autore verifica se corrisponde alla realtà storica di quegli anni l'immagine di Chieti città-camomilla, descritta da un giornalista fascista e accreditata dal regime durante il processo; un'immagine ricorrente, per identificare una città priva di vitalità culturale e politica, anche in studi storici pubblicati di recente.
Il libro sarà presentato domani, 17 maggio (nella sala del Polo Tecnico della Provincia di Chieti, in Via N. Nicolini, alle ore 16:30) dal prof. Pasquale Iuso, docente di Storia del movimento sindacale nell'università di Teramo (ultimamente ha collaborato alla Storia del Sindacato in Italia nel ‘900, in tre volumi, diretta da Adolfo Pepe). Interverranno: Franco Leone, segretario generale della CGIL Abruzzo; Francesco Ricci e Valter De Cesare, rispettivamente sindaco e assessore del Comune di Chieti. Coordinatore sarà Antonio D'Orazio, direttore dell'IRES Abruzzo.
16/05/2006 8.42

80 ANNI FA IL PROCESSO