Musica antica, il Laboratorio del Conservatorio si cimenta con Haendel

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2867

PESCARA. Venerdì prossimo l’anteprima dello spettacolo “Acis and Galatea” a Palazzo Mezzopreti
Prova generale, venerdì 28 aprile, per gli allievi del terzo Laboratorio di musica antica del Conservatorio “d'Annunzio” di Pescara, impegnati da ottobre nell'allestimento dell'opera “Acis and Galatea” di Georg Friederich Haendel.
Il gruppo vocale e strumentale “L'Usignolo”, nato nel 2004 nell'ambito della prima edizione del progetto e alimentato di anno in anno da nuovi giovani talenti, si esibirà alle 18 presso la sala “Bellisario” di Palazzo Mezzopreti, offrendo un'anteprima dello spettacolo finale del corso, in programma il 16, 17 e 18 giugno, alle 21, nel giardino dello storico edificio di via Muzii. L'ensemble, composto da una trentina di elementi, sarà coordinato da Massimo Salcito, docente di Clavicembalo al “d'Annunzio” e ideatore del Laboratorio.
Lo supporteranno per l'occasione Fabio D'Orazio, Maestro del coro del Teatro Marrucino di Chieti, Daniele Salvatore e Luciana Mattioli, concertatori del consort di flauti dolci, e Alessandro Tieri, clavicembalista accompagnatore.
Sul palco saliranno il soprano Rita Alloggia (Galatea), il tenore Simone Ponzini (Aci), il soprano Roberta Carota (Damon) e il basso Emanuele Dell'Oso (Polyphemus), che prenderanno parte anche al consort vocale, affiancati dal soprano Sara Di Giampietro, dal baritono Umberto Ciaramellano e dai tenori Walter Pili e Christian Latorre. Sei i componenti del consort di flauti dolci: Pierpaolo Barbiero, Chiara Bellante, Daniela D'Incecco, Serena Occhiuzzi, Luciana Mattioli e Debora Duval. Ben undici, invece, i musicisti della compagine strumentale: oltre al clavicembalista Salcito, Graziella Guardiani (flauto dolce sopranino), Lorenzo Finocchi e Ubaldo Di Gregorio (flauti traversieri), Luca Matani e Marco Giacintucci (violini), Manuela Tarantelli (violoncello), Vittorio Di Michele (contrabbasso), Michele De Angelis e Riccardo Chiavaroli (tiorbe e arciliuti), Francesco Palombo (fagotto).
Il tecnico Roberto Gialluca realizzerà la registrazione audio per il cd musicale che verrà prodotto al termine del Laboratorio 2005/2006. Al concerto di venerdì assisteranno il direttore del Conservatorio, Enrico Perigozzo, e alcuni docenti della scuola, che valuteranno il livello qualitativo raggiunto dagli allievi in vista della pubblica rappresentazione di giugno e delle esecuzioni previste nell'ambito di diversi festival e rassegne regionali.
«Ci sono giunte numerose richieste di repliche per il periodo primaverile ed estivo – spiega il maestro Salcito – e per ora è già stabilita un'esibizione de L'Usignolo nel prestigioso Maggio Teatino e nello spettacolo “Moving in the city” dell'associazione Ahlena, fissato a fine maggio a Pescara. Per arrivare preparati agli appuntamenti che ci attendono lavoreremo sodo nella quarta sessione del Laboratorio, che inizierà a giorni».
26/04/2006 8.02