Berliner Philarmoniker domani al Teatro Comunale di Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

960

Appuntamento d'eccezione domani sera al Teatro Comunale di Teramo con l´ensemble da camera dei Berliner Philarmoniker.
Il concerto è inserito nella XXVII Stagione dei Concerti della Società della Musica e del Teatro Primo Riccitelli.
Ci sono archi e archi. Gli archi dei Berliner Philharmoniker sono leggendari per passione tangibile e dimensione sinfonica.
Ma che fare, volendone assaporare una versione ridotta in cui ad emergere siano delicatezza ed attenzione al dettaglio?
La risposta migliore che ci si potesse auspicare nasce proprio dal cuore di questa orchestra che, sotto il nome di Philharmonische Camerata Berlin, raccoglie un gruppo di entusiasti professori d´orchestra, diretti dal primo violino Alessandro Cappone, a lungo leader dell´Ensemble Scharoun. Insieme danno vita al più giovane complesso da camera esistente all´interno della prestigiosa Filarmonica berlinese. Il nucleo - l´Amarcord Quartet - ha attratto, irresistibile magnete, musicisti eccellenti, tra cui due vincitori del Primo Premio ai Concorsi Internazionali di Ginevra e all´ARD di Monaco.
E Teramo, assieme ad altre poche città
italiane, è stata scelta per poter realizzare un progetto straordinario che vede questo speciale gruppo impegnato nella ricerca: il concerto, infatti, si realizzerà con un corredo acustico d´eccezione, che permetterà al pubblico e agli stessi musicisti di godere di una resa sonora ottimizzata. La collaborazione tra Studiomusica, Salv.a.t.i. - Associazione per la Salvaguardia Acustica dei Teatri, la cui attività si focalizza sulla sensibilizzazione al problema dell´acustica teatrale - e l´azienda Suono Vivo, leader europeo nella realizzazione di camere acustiche, permetterà alla Philharmonische Camerata Berlin di affrontare la tournée con la propria, personalissima acoustic shell, progettata e realizzata ad hoc per l´occasione.
L´installazione della camera segue come sempre i tre principi chiave della filosofia Suono Vivo, leader europeo nella progettazione e realizzazione di camere acustiche: è su misura, costruita a regola d´arte e rigorosamente made in Italy. La messa in opera di questo specifico apparato in multistrato di okoumé ignifugo - per la realizzazione del quale sono stati necessari rilievi tecnici ad hoc a cura di Salv.a.t.i..
Ma cos´è, di preciso, una camera acustica Suono Vivo? Si tratta di una struttura modulare lignea in multistrato di oukumé ignifugo che, installata su di un palcoscenico o in un sito da concerto, riporta la musica alla sua integrità partendo dal principio che molti teatri, in Italia come all´estero, sono stati concepiti per ospitare il melodramma e non la musica classica, sinfonica o cameristica. Accoglie, pertanto, il solista e l´orchestra e ne riflette i suoni ottimizzandone naturalmente la diffusione, restituendo a ogni nota volume, timbro e colore nel rispetto di equilibri e dinamiche. La camera acustica Suono Vivo è conosciuta ed utilizzata sin dal suo esordio nel 1998 in numerosi teatri, chiese e siti in Italia e all´estero, con performance giudicate straordinarie dai musicisti e dal pubblico. E allora questo
spettacolo speciale non possiamo proprio perderlo e cerchiamo di gustarlo sognando ad occhi aperti che anche la nostra "piccola" città che ospita tanti "grandi" concerti possa prima o poi arricchirsi definitivamente di una luogo sonoro così perfetto.
11/04/2006 10.52