Le ceramiche di Pablo Picasso a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2466

Le ceramiche di Pablo Picasso a Teramo
Acqua, fuoco e terra. Sono stati questi tre elementi ad aver ispirato Pablo Picasso che tra le sue straordinarie opere d'arte annovera anche meravigliose ceramiche. Ed è dedicata proprio alle ceramiche del più grande artista andaluso la mostra allestita a Teramo, presso la sala espositiva Carino Gambacorta della Banca di Credito cooperativo di Teramo e Ascoli.
L'esposizione,
“Le ceramiche di Picasso. Acqua, fuoco e terra” sarà inaugurata martedì e resterà aperta fino al 31 maggio per poi spostarsi, dal 5 giugno al 15 luglio, presso il Museo e Fondazione Venanzo Crocetti di Roma.
La rassegna, a cura di Dolores Duràn, promossa in occasione del decennale della Fondazione della Banca di Teramo e Ascoli, ospita 64 opere, tutte di peculiare bellezza, che restituiscono gli stilemi artistici dell'autore andaluso, ritenuto il massimo artista del ventesimo secolo.
Picasso scopre l'arte della ceramiche intorno al 1946 nella bottega di un suo amico, lo scultore e ceramista Paco Durrio. La terracotta e la sua plasmabilità costituiscono per Picasso la scoperta di un nuovo linguaggio; l'artista si approccia a questa nuova forma d'arte con la passione e l'entusiasmo di un bambino, ma contemporaneamente con la coscienza del grande e maturo artista quale egli era. Così, gradualmente, i suoi personaggi e le sue forme si spostano dalla tela alla fragile e preziosa terracotta.
Vasi, piatti e brocche diventano per Picasso le nuove tele, da plasmare e decorare. Acqua, fuoco e terra sono le sue muse ispiratrici; l'artista si muove nell'arte ceramica attraverso la sperimentazione e la ricerca.
La tauromachia è uno dei soggetti maggiormente ricorrenti. Picasso, da spagnolo, considera il toreare come lo sport più nobile e in molte creazioni l'artista ricrea la "plaza" della corrida. Ma nelle sue ceramiche trovano spazio tutti i soggetti che maggiormente ricorrono nella sua
opera: centauri, colombe, capre, donne e uomini, maschere, cavalli e altre figure di animali.
Nella mostra di Teramo sono esposte le opere provenienti dal Museo Baluard di Maiorca e da importanti collezioni pubbliche e private.
L'esposizione sarà inaugurata martedì alle 18 nella sede della Banca di Credito cooperativo di Teramo e Ascoli (viale Crucioli, 3). La mostra resterà aperta dal martedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19 (domenica e lunedì chiuso).

Daniela Di Cecco 08/04/2006 13.10