Biblioteca: nasce la sezione dedicata ai ragazzi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

906

TERAMO. Sarà inaugurata martedì. E’ rivolta alla fascia tra i 6 ed i 14 anni ed è la prima in città
Sara inaugurata martedì 4 aprile, alle ore 17,30, alla presenza del presidente della Provincia Ernino D'Agostino e dell'assessore alla Cultura Rosanna Di Liberatore, la sezione ragazzi della biblioteca provinciale “Melchiorre Dèlfico”, a Teramo.

A due anni di distanza dall'inaugurazione della nuova sede della biblioteca, la Provincia mantiene così l'impegno di dedicare una sezione ai ragazzi di età compresa tra i 6 ed i 14 anni, alle scuole elementari e medie, ai genitori ed agli insegnanti.
«Si tratta di un avvenimento per certi aspetti straordinario – spiega il direttore della biblioteca, Luigi Ponziani – nel senso che nella città di Teramo mai vi è stato un luogo espressamente destinato al punto di incontro, studio, animazione per i più giovani».

Anche se in una fase sperimentale, saranno diversi i servizi offerti dalla sezione ragazzi della biblioteca: si potranno consultare liberamente dizionari, enciclopedie e riviste; sarà possibile avere in prestito libri, dvd, videocassette. I ragazzi potranno prendere contatto con libri di ogni genere (avventura, umorismo, classici, gialli, horror eccetera) e partecipare alle attività di animazione che saranno organizzate per promuovere la lettura e far conoscere il patrimonio ed il funzionamento della biblioteca. Tra le attività previste, letture di libri e proiezioni di film, cartoni animati e documentari che potranno essere scelti in base a ciò che si è letto e secondo le varie esigenze.

L'accesso ai servizi della sezione ragazzi potrà avvenire attraverso la semplice iscrizione, gratuita, alla biblioteca. Ai genitori il compito di firmare e restituire l'apposito modulo al punto informativo.

L'orario di apertura, in via sperimentale, è fissato dal martedì al venerdì pomeriggio, dalle ore 15 alle 19. Gli insegnanti e le scuole che per ragioni specifiche vorranno accedere alla sezione in orario antimeridiano avranno la possibilità di prenotare sia gli incontri sia le visite.

«Era un nostro preciso dovere colmare questa lacuna – è il commento dell'assessore alla Cultura Di Liberatore – ed è con vivo piacere che rispondiamo alle esigenze di tanti bambini e fanciulli che ripetutamente ce ne avevano fatto richiesta. Avvieremo una più stretta collaborazione con le scuole, i docenti e le famiglie».

«Il nostro intento è quello di offrire alla città un ulteriore spazio culturale – dichiara il presidente D'Agostino – ed il fatto di garantire servizi che per la prima volta in assoluto sono specificamente rivolti ai più giovani ci riempie di orgoglio e soddisfazione».
01/04/2006 9.26