Giappone – Italia: tracce di scambi culturali e architettonici

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

769

Saranno presentato domani a Roma presso l'Istituto giapponese di Cultura (Via Antonio Gramsci, 74) i risultati di quattro Workshop internazionali di Architettura accompagnati da riflessioni progettuali dei docenti, architetti, Aldo Benedetti e Romolo Continenza dell'Università degli Studi dell'Aquila, Hiromi Fujii e Yoshio Sakurai del Politecnico di Shibaura. Gli studi di architettura e urbanistica hanno avuto come oggetto altrettante località italiane e giapponesi (Sulmona, Colonnella, Hinode, Kanazawa).
L'incontro con gli autori dei 4 progetti didattici avrà inizio alle 18.30 accompagnato dall'esposizione di immagini e modelli, e contestualmente sarà inaugurata una mostra, che resterà aperta dal 30 marzo al 10 Aprile 2006 (un-ven 9.00-12.30/13.30-18.00 merc fino alle 17.30 sab 9.30-13.00) sulle possibilità presenti e future della progettazione urbana sullo sfondo della globalizzazione.
La mostra afferma il Prof. Romolo Continenza “corona quattro anni di sforzi didattici e scientifici sul progetto di architettura in contesti consolidati, ed è un esempio di concreti e fertili scambi culturali fra l'Università degli Studi dell'Aquila e il mondo della ricerca scientifica giapponese segnatamente nell'ambito architettonico e urbanistico”.
Alla inaugurazione della mostra saranno presenti inoltre il Preside della Facoltà di Ingegneria Prof. Anello Russo Spena e il Prof. Mario Centofanti Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Edile -Architettura U.E.

29/03/2006 15.30