Lunedì parte il Festival del documentario d’Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5422


PESCARA. Programma denso di appuntamenti con 33 film in concorso; 10 incontri con iR egisti; 4 proiezioni in Anteprima regionale, una in Anteprima assoluta; due dibattiti con gli Autori e con la partecipazione di Mediatori culturali e Sociologi; prevista anche la presentazione di un libro con gli autori.
Parte lunedì 21 giugno il Festival del documentario d'Abruzzo - Premio Internazionale Emilio Lopez.
Quello di Pescara, giunto alla quarta edizione, è uno dei pochi in Italia dedicati esclusivamente al genere documentario.
Sono complessivamente trentatre i film provenienti oltre che dall'Italia, anche da Stati Uniti, Francia, Belgio, Etiopia, Spagna ed Israele che verranno proiettati nelle sezioni del Festival: sezione “Panorama italiano”, che offre al pubblico le migliori opere dell'anno, presentate dagli stessi autori. C'è poi la sezione “Sperimentarlo”, che ospita i documentari di nuovissima realizzazione dedicati allo sperimentalismo del cinema documentario. La sezione internazionale a tema “Visti da vicino” avrà per titolo: “Il muro - la diversità come necessità della vita, come dato ineluttabile, come valore e ricchezza per lo scambio e la crescita umana, oltre il muro delle intolleranze di ogni tipo”. Infine la sezione “Abruzzo DOC” dedicata a documentari che si occupano di tematiche legate al territorio abruzzese o girati in Abruzzo e/o realizzati da registi nati o residenti nella regione.
Fuori concorso, la sezione monografica “Sguardo d'autore”.
Sono due le giurie tecniche che assegneranno il Premio Emilio Lopez ai migliori documentari nell'ultima serata del Festival del 25 giugno: una Internazionale ed una Abruzzese.
La Giuria Internazionale sarà presieduta da Mimmo Calopresti, regista di film e documentari nonché sceneggiatore e attore e sarà composta da Mario Balsamo, regista e documentarista che ha collaborato a molte trasmissioni Rai e da Helen Trigueros, documentarista francese.
La Giuria Abruzzese, presieduta da Dino Viani, documentarista che ha da sempre lavorato sull'Abruzzo ma ha girato anche in Argentina, privilegiando l'indagine antropologica e sociopolitica, sarà costituita da Simona Troilo, storica, docente di “Storia delle donne e di genere” presso il Dipartimento di storia dell'Università di Padova e da Daniele Baldacci definito tra i direttori fotografici più innovativi del cinema italiano, la sua collaborazione all'ultimo film di Franco Battiato “Musikanten” ne conferma le qualità.
Numerose le tematiche affrontate dai film partecipanti: dal mondo della Scuola al Terremoto; dalla Omosessualità ai Migranti; dal Carcere ai Rom; dal Cinema ai diversamente abili.
Vi saranno, distribuiti su tutti i giorni del Festival, 10 giorni incontri con I Registi, al termine della proiezione delle loro opere per discutere con il pubblico le tematiche affrontate e le tecniche utilizzate per I loro lavori.
Inoltre due dibattiti con gli autori e la partecipazione di Mediatori culturali e Sociologi
Venerdì, inoltre, alle 18,30, presso il Caffè Letterario verrà presentato il Libro "L'officina del reale". Saranno presenti gli autori Mario Balsamo e Gianfranco Pannoneri
Venerdì, nel corso della serata conclusiva con le premiazioni ai vincitori, sarà assegnato Premio per la carriera al maestro Franco Piavoli, regista di teatro, documentari, lungometraggi e cortometraggi, oltre che fotografo e pittore.
Alle sue opere sarà dedicata – come evento speciale - una rassegna monografica.
Il Festival - dedicato alla memoria di Emilio Lopez, regista e montatore di numerosi documentari, tra i quali diversi dedicati all'Abruzzo - è organizzato dall'Acma, associazione culturale senza scopo di lucro fondata nel 2000, che ha tra le sue finalità quelle di diffondere la cultura cinematografica ed audiovisiva, di favorire e ampliare la fruizione delle molte attività multimediali esistenti nel territorio e di promuoverne di nuove

18/06/2010 16.10