Flaiano Film Festival, martedì Bergamn, Melies e Moretti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5717



PESCARA. Seconda giornata per il 37° Flaiano Film Festival che per domani martedì 15 giugno propone nelle Sale del Mediamuseum la seguente programmazione: alle ore 18,00 in Sala Flaiano "La fontana della vergine" di Ingmar Bergman per la rassegna dedicata al cinema svedese: film del 1960 tratto da una leggenda svedese del XIV secolo, Töre's dotter i wänge, il film viene da molti considerato uno dei minori del regista svedese, eppure contiene in sé molti dei temi cari a Bergman.
In Sala d'Annunzio alle ore 18,00 cinema d'animazione con "Ratatouille" di Brad Bird: Remy è un topolino della campagna francese, ha la passione per le cose buone e il sogno di diventare un vero cuoco.
Alle ore 20,30 è la volta di Nanni Moretti e del suo "Ecce bombo": un robivecchi pedala sull'alto di un terrapieno a Ostia con la sua «raccolta» di cianfrusaglie gridando «Ecce Bombo!».
Lo osservano immobili, come pietrificati, quattro amici che hanno organizzato una grottesca veglia notturna per poter osservare il sorgere del sole (che spunta tuttavia inaspettatamente alle loro spalle).
Nella Sala Di Giammatteo alle ore 20,45 per la rassegna "Cinema nel pallone" sarà proiettato "Febbre a 90°" di David Evans: un film dedicato a chi non ama il calcio. Ma anche agli irriducibili tifosi che non sanno più distinguere tra un anno scolastico e una stagione calcistica, come Paul, il protagonista di Febbre a 90°, dove 90° sta per l'ultimo minuto della partita.
Alle ore 21,00 in Sala Margadonna per la rassegna "Muti...da ascoltare" omaggio a George Méliès con " La magia del cinema": inventore del trucco cinematografico, messaggero della modernità, anticipatore del cinema di fantascienza, Georges Méliès è stato il protagonista di un cinema idealmente opposto a quello dei coevi Lumière, capostipiti del "filone realistico".
14/06/2010 14.16