Il 22 maggio "Sereno Variabile" dedicato a Giulianova

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9277




GIULIANOVA. L'assessore Forcellese: «Una vetrina importantissima per la nostra città».
Sono state realizzate nelle giornate di mercoledì 5 e giovedì 6 maggio le riprese dedicate a Giulianova per la puntata finale del noto programma televisivo “Sereno variabile”, in onda il prossimo 22 maggio su Rai 2 oltre che sui canali satellitari di Rai International e Yes Italia.
Tre troupe della Rai, capitanate dal celebre conduttore televisivo Osvaldo Bevilacqua, hanno immortalato i luoghi più belli e suggestivi della nostra città incontrando diverse personalità che hanno raccontato la Giulianova di ieri e quella di oggi. Il set televisivo si è sviluppato tra il lido e la città alta evidenziando le due anime di Giulianova: quella incentrata sul mare e sulle sue risorse, e l'altra storico-culturale focalizzata soprattutto sul Santuario dello Splendore e sul Museo attiguo, sul Duomo di San Flaviano e su Palazzo Re.
«Si tratta di una vetrina importantissima per la nostra città – commenta soddisfatto l'assessore al turismo Archimede Forcellese, a cui si deve l'inserimento di Giulianova, come pure di Castelli, Campli e Civitella del Tronto, nella puntata di “Sereno Variabile” – in un momento di difficoltà dell'economia turistica locale che sconta, oltre alla crisi economica globale, la perdita d'immagine provocata dal sisma di aprile 2009 che i media nazionali hanno associato anche a località come la nostra che pure non hanno subito alcun danno. Abbiamo lavorato intensamente per avere Osvaldo Bevilacqua e il suo programma a Giulianova, e non è stato facile. Ma adesso che ci siamo riusciti la soddisfazione è ancora maggiore. Desidero ringraziare tutte le persone che, a vario titolo, si sono prodigate per la riuscita del programma che consentirà alla nostra città di promuovere l'offerta turistica a costo zero sia sul palcoscenico nazionale, grazie a Rai 2, che su quello internazionale grazie a Rai International. Ma non ci fermeremo qui perché stiamo già lavorando per il prossimo futuro».
«La trasmissione - aggiunge il professor Forcellese – pur avendo il suo perno su Giulianova, ha coinvolto, come da me suggerito, anche alcuni centri dell'interno, quali Castelli, Campli e Civitella del Tronto, le cui amministrazioni sono state molto disponibili e collaborative, secondo quella che deve essere la visione del turismo nei nostri territori. L'offerta turistica balneare, infatti, diventa forte e davvero competitiva se abbinata alle tante eccellenze artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche del nostro splendido entroterra».
Anche il sindaco Francesco Mastromauro plaude all'iniziativa. «Il turismo è la principale risorsa economica della nostra città e necessita di una promozione adeguata, oggi più che mai necessaria per la forte concorrenza e per le difficoltà oggettive in cui si trova ad operare il settore. A tutti coloro che si sono adoperati per il successo della trasmissione, va il mio ringraziamento e quello di tutta la città».


07/05/2010 9.10