Domenica si chiudono a Canzano le riprese di ''Nei tuoi occhi''

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5504



TERAMO. Si intitolerà “Nei tuoi occhi” il nuovo progetto cinematografico di Pietro Albino Di Pasquale, sceneggiatore insieme a Marco Chiarini del grande successo “L'uomo fiammifero”, il lungometraggio che dopo numerosi riconoscimenti, è approdato al David di Donatello 2010 come candidato nella cinquina ufficiale. Teramano, sceneggiatore e autore teatrale di successo, Di Pasquale è questa volta anche regista del documentario “Nei tuoi occhi”, che ha per oggetto la visione degli ipovedenti ed è realizzato con la collaborazione dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, sezione di Teramo.
“Nei tuoi occhi” sarà interamente girato nel teramano e per le riprese di uno degli ultimi frammenti del film, previste domenica 18 aprile a Canzano a partire dalle 9.30, è stato organizzato un evento che coinvolgerà l'intera cittadinanza in qualità di comparsa nel lungometraggio.
Il regista Pietro Albino Di Pasquale invita, quanti fossero interessati, a partecipare alle riprese che si concluderanno nel pomeriggio dello stesso giorno e spiega: «L'ipovisione è come un muro eretto negli occhi delle persone, questo documentario si propone di scavalcarlo e di mostrarci una realtà senza barriere».
Grazie infatti ad accorgimenti tecnici installati nell'obiettivo della telecamera da ripresa, il regista riesce a suggerire la tipologia di visione degli ipovedenti, realizzando un documentario nel quale, per la prima volta al cinema, questi divengono soggetti della visione e nel quale lo spettatore è condotto, in un'esperienza unica, a vedere attraverso il loro sguardo. Le storie saranno raccontate in soggettiva, ossia attraverso gli occhi dei personaggi, cercando di simulare, per quanto possibile, la loro effettiva capacità visiva.
La visione, lo sguardo appunto, sulle cose e sul mondo, concetti così strettamente legati all'essenza del cinema, diventano qui il luogo stesso del riflettere, in un gioco infinito di rimandi tra i “nostri” e i “loro” occhi, per coincidere alla fine, in un unico sguardo.

15/04/2010 10.39