Accademia della Cucina, i dieci anni della delegazione Pescara-Aternum

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1158

Personalità della cultura come il presidente nazionale dell'Accademia Italiana della Cucina, Giuseppe Dell'Osso, e del Touring Club Italiano, Roberto Ruozi, seguiranno nei prossimi giorni a Pescara le manifestazioni per il decennale della fondazione della delegazione di “Pescara Aternum” dell'Accademia Italiana della Cucina, presieduta da Luciana D'Aprile Romano.
Da domani, venerdì 10, fino a domenica 12 marzo, un ricco programma di attività farà da cornice al decimo compleanno del sodalizio, affermatosi nel panorama della cultura “gourmet” abruzzese per l'originalità delle sue iniziativa, in cui spicca la valorizzazione dei prodotti tipici abruzzesi, il sostegno offerto all'eno-gastronomia di qualità, alle eccellenze nel campo dell'ospitalità.
Per l'occasione, confluiranno a Pescara numerosi esponenti del sodalizio fondato a Milano nel lontano 1953 dallo scrittore e giornalista Orio Vergani. Per la tre giorni pescarese, l'Accademia Italiana della Cucina ha preparato un ricco “menu”, come si conviene ad una sigla che ha fatto della cultura “slow” il tratto fondante del proprio percorso: visite guidate ad aziende enologiche, convegni, degustazioni di prodotti tipici, cene di gala. Ad arricchire il programma, la consegna di attestati e premi ai ristoratori pescaresi distintisi per la qualità del prodotto e il livello dell'ospitalità offerti alla clientela. A condire ulteriormente il programma penserà, infine, la visita guidata delle delegazioni di ospiti ad alcune delle più significative espressioni dell'arte e dell'architettura della provincia di Pescara: come “Palazzo Mezzopreti” e il museo di “Villa Urania” in città, e l'Abbazia di San Clemente a Casauria.
Cuore del programma per la celebrazione del decennale (dopo il prologo di domani sera al Conservatorio “Luisa d'Annunzio”) sarà, nella giornata di sabato, il convegno - moderato da Gianni Franceschi, direttore della rivista ufficiale dell'Aic, “Civiltà della Tavola” - dal titolo “La civiltà della tavola e dell'ospitalità in Abruzzo”. Il forum, in programma alle 9 nella sala dei marmi della Provincia, vedrà oltre agli interventi degli stessi Dell'Osso e Ruozi, le comunicazioni curate da Armando Montanari, Alessandro Clementi, Alberto Melchiorre, Francesco Crivelli, Jessica Di Biase e Luigi Marra. Nel corso del dibattito saranno affrontati i mutamenti della cucina abruzzese nel corso degli anni, le potenzialità del turismo eno-gastronomico, i rapporti con i paesi extra-europei, le possibili vie del gusto nella nostra regione. A seguire, un buffet-degustazione verrà dedicato ai prodotti tipici abruzzesi: sarà preparato dagli allievi dell'istituto alberghiero di Pescara “F. De Cecco”, ed offerto dalla Provincia di Pescara.
Nella serata di sabato, invece, i partecipanti si trasferiranno al ristorante “La Lanterna” di Villanova di Cepagatti per la cena di gala: nell'occasione verrà assegnato il premio dedicato alla memoria di Angelo Chiavaroli, lo chef pescarese prematuramente scomparso nel 2003, e testimonial a livello internazionale della qualità raggiunta dalla cucina e dall'accoglienza nella ristorazione in Abruzzo. Domenica, invece, gli ospiti dell'Accademia Italiana della Cucina chiuderanno il loro tour pescarese all'azienda agricola “Ciccio Zaccagnini” di Bolognano.

09/03/2006 12.10