Gf, Alberto Baiocco torna a Vasto. Pronto al rilancio del turismo cittadino?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8885


VASTO. Era tornato a Vasto senza grandi clamori nei giorni scorsi, poi oggi il protagonista del Grande Fratello è tornato nella sua città natale.

Stamane a Palazzo di Città, in occasione di un incontro informale con il sindaco Luciano Lapenna, Alberto Baiocco ha catalizzato l'attenzione di tutti.
26 anni, il giovane albergatore vastese, grande protagonista dell'ultima edizione del Grande Fratello, si è fatto accompagnare da Mara Adriani, altra protagonista del trasmissione di Canale 5 con la quale ha condiviso quasi venti settimane di diretta no stop 24 ore su 24 e con la quale si è legato sentimentalmente.
Prima di concedersi ai numerosi mezzi di informazione Baiocco ha raccontato al primo cittadino di Vasto come la sua partecipazione al Grande Fratello gli ha cambiato la vita.
«Se mi piace impegnarmi per il Turismo? Certo – ha risposto ad un cronista che gli faceva notare che il sindaco ha la delega dell'importante settore – ma primo devo studiare. Sto proprio frequentando un corso di Laurea in scienze turistiche».
Da qui in avanti, tra Roma e Milano, sono molti gli impegni che attendono il giovane vastese: partecipazioni televisive, serate in discoteca e primi contratti di una certa importanza.
Prima di lasciare il Palazzo di Città, il sindaco Lapenna ha fatto gli auguri a Baiocco, regalando a Mara Adriani una recente pubblicazione fotografica sulla città di Vasto.
Il ragazzo credente, e molto praticante, cosa che lo aveva reso un po' ‘personaggio' all'interno della Casa ha raccontato di aver sentito all'interno del programma televisivo la mancanza della sua chiesa «e il modo di esercitare il sacramento. Io vado tutti i giorni in chiesa, non so come ho fatto a resistere. E' stato un grande sacrificio».
Alberto ha spiegato di essersi innamorato quasi subito all'interno della casa ma di aver impiegato due mesi per lasciarsi andare: «avevo un motivo: fuori c'era stata una persona che mi aveva fatto soffrire. Poi il trasporto per Mara ha cancellato tutto».

19/03/2010 14.00