Il sogno di Deborah Colàn: «andare a Sanremo da protagonista»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

17444

Il sogno di Deborah Colàn: «andare a Sanremo da protagonista»
MONTESILVANO. Ancora una volta Montesilvano aspetta con trepidazione il prossimo Festival di Sanremo.
Dopo le partecipazione tra i big di Piero Mazzocchetti e Giò Di Tonno quest'anno potrebbe essere la volta di una donna: la giovanissima Deborah Colàn, 20 anni, in stand by almeno fino al prossimo 12 gennaio.
Già, perchè entro quella data Sanremo Academy, la commissione presieduta dal direttore artistico Gianmarco Mazzi, a suo insindacabile giudizio, sceglierà le sei canzoni-artisti che, unitamente alle due provenienti da SanremoLab, andranno a formare il cast dei giovani in gara nella sezione Sanremo Nuova Generazione.
Tanti gli aspiranti talenti in gara (tra questi 9 abruzzesi) le cui canzoni sono in bella mostra ormai da qualche mese sul sito della manifestazione canora.
Tra queste, appunto, c'è anche il brano ''Sarai'' della montesilvanese Deborah, studentessa di Giurisprudenza a Teramo e con il sogno della musica fin da quando era piccola.
Figlia di Jacqueline Kennedy Pettine, già candidata al Comune di Montesilvano, ha studiato canto moderno presso la Scuola Civica di Montesilvano, ha conseguito un master di specializzazione nel canto lirico presso la stessa scuola nel 2007.
Ha frequentato il master in “Tecniche internazionali di canto” presso l'Università della musica e dello spettacolo a Napoli e frequentato il 2° anno di canto Jazz presso  l'Accademia Musicale Pescarese, sotto la guida della maestra Diana Torto. 
Si è classificata al primo posto al 5° Concorso  Nazionale di Musica “Stand Together: musica giovane” a Città Sant'Angelo nel 2007 ed è arrivata tra  i 6 finalisti del concorso “La canzone del sole”  a Silvi –Teramo (che aveva  tra i giurati Mogol ) ad agosto  2009..
Ama Battisti («sono stata contagiata dalla passione dei miei genitori»), Laura Pausini, Giorgia, il pop, l'R'nB, e per la prima volta quest'anno ha deciso di giocarsi la carta di Sanremo: così ha spedito il video musicale che dura 3 minuti e mezzo. Adesso potrebbero aprirsi le porte del successo.
La canzone parla del rapporto tra padre e figlia: «un padre è quello che ti cresce non quello che ti mette al mondo», racconta Deborah, «questo brano è stato scritto appositamente per me, è stato scritto sulla mia pelle».
Impossibile non pensare ai concittadini ben più famosi che hanno già calcato il palco di Sanremo: «dai...non c'è due senza tre», scherza Deborah, dalla voce dolcissima.
Ma ammette «per me questa è già una grande vittoria. Vedere la mia canzone sul sito della Rai è stato un colpo al cuore. Anche se questa volta non dovesse andare bene ci riproverò perchè questa esperienza mi sta regalando emozioni fortissime».
Nel futuro la giovane cantante vede magari anche un reality musicale, di quelli che vanno tanto di moda in questi ultimi tempi e che proprio a Sanremo porteranno un bel pò di giovani talenti: si pensi solo a Marco Mengoni (vincitore dell'ultima edizione di X Factor) che parteciperà al Festival tra i big, così come Valerio Scanu, uscito da Amici nel 2008, Noemi, sempre da X Factor. In lista anche Morgan, storico giudice del talent show di RaiDue.
Anche tra i giovani rivali di Deborah ci sono reduci da reality show come Silvia Olari o Giuseppe Salsetta (ex Amici), Tony e Daniele Magro (entrambi ex di X Factor), solo per citarne alcuni.
«I reality di oggi sono una buona vetrina per farsi conoscere dal grande pubblico», ammette Deborah, «un tempo la radio la faceva da padrona per i cantanti, oggi sicuramente la tv ha un potere più dirompente».
Ma adesso l'unico pensiero vola alla città dei fiori: «non ci sono mai stata», ammette, «ma ci andrò presto, ne sono sicura».

ASCOLTA IL BRANO




Alessandra Lotti 05/01/2010 17.14