Tsa. Approvato il progetto artistico degli eventi 2006

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

944

L'AQUILA. E' stato chiesto un incontro ufficiale con il presidnete Del Turco circa le notizie di un subentro della scrittrice Dacia Maraini a capo del Teatro Stabile Abruzzese.
Oggi, lunedì 27 febbraio 2006, il Consiglio di Amministrazione dell'Ente Teatrale Regionale Teatro Stabile D'Abruzzo ha approvato il progetto artistico definitivo relativo all'anno 2006, un progetto di importante qualità culturale, segno del radicale cambiamento di rotta rispetto alle stagioni appena trascorse.
Grande plauso è stato espresso dagli amministratori tutti per il lavoro portato a termine dal direttore Federico Fiorenza che, in un tempo davvero ristretto, è riuscito ad avanzare proposte che ricollocano il TSA sulla grande scena nazionale.
Produzioni eccellenti, titoli interessanti, grandi attori e registi di assoluta capacità gli elementi che compongono il quadro degli allestimenti.
Si metterà in scena, tanto per fare delle anticipazioni sulle novità, "La Signorina Giulia" di Strindberg, regia di Armando Pugliese (prestigiosa artista che ha collaborato, tra l'altro, con gli Stabili di Roma, Genova e Catania, ideatore del famoso allestimento "Masaniello", regista negli ultimi anni di spettacoli di successo come "Il gioco delle parti" e "Molto rumore per nulla") e con interpreti principali Vanessa Gravina ed Edoardo Siravo; "Antigone" di Brecht con la regia di Claudio Di Scanno con cui il rapporto di collaborazione ha già portato al successo del "Prometeo incatenato" nella scorsa stagione, allestimento che prevede il recupero della collaborazione con alcuni tra i migliori attori abruzzesi; un innovativo laboratorio-spettacolo internazionale sul tema di "Alice" di Carrol con la drammaturgia e la regia di Emanuela Giordano (regista emergente particolarmente apprezzata dalla critica teatrale) e con la splendida Mascia Musy.
Particolarmente soddisfatta la presidente Stefania Pezzopane che ha rilevato come «la qualità del lavoro del Direttore del TSA e di tutta la struttura dell'Ente abbia potuto, seppure in una situazione di emergenza, ridare allo Stabile quella caratterizzazione di teatro in rapporto con l'intero sistema teatrale nazionale, ma anche di teatro a servizio del proprio territorio, qualità che sempre più dovrà essere incrementata con nuovi progetti ed iniziative mirate, anche in collaborazione con il mondo dell'Università».
Ancora la Presidente ha espresso l'augurio che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, a cui entro domani vanno consegnate le schede sull'attività, premi il lavoro fatto e che la Regione Abruzzo tenga fede all'impegno preso dagli assessori Betti Mura e Giovanni D'Amico con tutte le realtà culturali per il reintegro dei contributi ordinari, in modo che l'Ente abbia anche una tranquillità economica per poter portare a termine tutti i progetti preventivati.
Riguardo alle notizie circolate in questi giorni sulla stampa il Consiglio di Amministrazione dell'Ente chiederà un incontro ufficiale con il Presidente della Regione Ottaviano Del Turco per poter al meglio proseguire nei lavori ed attuare la declaratoria che la legge regionale attribuisce allo Stabile già dal nome: Ente Teatrale Regionale.

27/02/2006 15.57