Dalla Mostra di Venezia all’Aquila per la ricostruzione: sei film in caserma

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5483


L'AQUILA. 'Il grande sogno' di Michele Placido aprirà il 17 settembre prossimo la rassegna 'Venezia all'Aquila", sei film della Mostra del Cinema di Venezia che saranno proiettati nell'ambito del progetto Campi Sonori alla Scuola della Gdf di Coppito e al movieplex del capoluogo abruzzese.
«Come governo - ha detto il sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Maria Giro - abbiamo avuto come obiettivo non solo di ricostruire le abitazioni: dobbiamo anche restituire dignità ed armonia ai luoghi, identità ai cittadini, spiritualità e cultura alle popolazioni».
«L'Aquila - ha aggiunto - deve continuare ad essere una piccola capitale della cultura in virtù delle sue tante iniziative e della storica università che vi ha sede».
«Le emergenze stanno diventando uno dei temi dell'organizzazione della vita delle Comunità - ha rilevato il presidente della Biennale Paolo Baratta - una nuova cultura del Welfare sta nascendo nel nostro Paese: pensiamo presto di saldare il rapporto tra le due città coniugando i simboli del Leone dell'Aquila».
La rassegna, che proseguirà fino al 19 settembre, «riapre un percorso di educazione e formazione al cinema - ha affermato il vice sindaco dell'Aquila Roberto Riga - e riavvia l'attività dell'Accademia dell'Immagine dell'Aquila mettendo le istituzioni culturali in condizioni di non venir meno al proprio ruolo, e ci aiuta a superare il dopo terremoto: vogliamo tornare a vivere tutti all'Aquila».
Il programma della kermesse prevede, oltre a Placido, 'Crisi di donne & abiti nuziali' di Vicenzo Terraccano, 'Lo spazio bianco' di Francesca Comencini, 'La doppia ora' di Giuseppe Capotondi e 'Io sono l'amore” di Luca Guadagnino, chiusura con 'Baaria' di Giuseppe Tornatore.
Presso l'Accademia dell'Immagine, ha spiegato il direttore del Csc (Centro sperimentale di Cinematografia) Marcello Foti, «è prevista l'istituzione di una sede distaccata Csc per l'Abruzzo, affiancata a quelle già esistenti in Piemonte, Lombardia e Sicilia. Attualmente», ha detto il presidente onorario dell'Accademia Gabriele Lucci, «le strutture dell'Accademia sono molto sinistrate, ma attraverso il decreto Bertolaso ne è prevista la ricostruzione: la speranza è di poterci rientrare nel giro di due anni».
All'interno della scuola della Gdf di Coppito gli spettatori di 'Venezia all'Aquilà potranno visitare la Mostra “Terremoti d'Italia” a cura del Dipartimento della Protezione Civile.
10/09/2009 15.36