Concerti e musica antica per l’estate di Ovindoli, ricercando le vecchie tradizi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6103


OVINDOLI. Prende il via la serie di concerti nei comuni montani colpiti dal sisma della Provincia dell'Aquila organizzati dalla Società aquilana dei concerti “B. Barattelli”.
Il primo appuntamento, reso possibile grazie alla collaborazione con Comune e Pro loco di Ovindoli, è per stasera, sabato 25 luglio alle 21 presso il Palamagnola di Ovindoli.
Ad esibirsi sarà il gruppo di musica antica “L'archetipa ottava”, fondato a Roma e formato da quattro musicisti, Silvia Scozzi la voce, Antonella Moles al clavicembalo, Roberto Caravella al liuto e chitarrone e Rashmi V. Batt alle percussioni, accomunati da un interesse non solo artistico ma pure scientifico per i repertori medioevali e rinascimentali.
Dalla frottola italiana al villancico spagnolo fino ai canti popolari delle culture arabe ed ebraiche dell'Andalusia, lo spettacolo spazierà sulla figura femminile, così come veniva vista nelle culture del tempo, tenendo fede al nome dello spettacolo, “Santas y pecadoras”.
La rassegna di Ovindoli, sempre al Palamagnola alle 21, proseguirà in agosto con altri due appuntamenti, venerdì 21 ci saranno “Gli archi del cherubino”, diretti da Vanni Moretto, con Jacopo Di Tonno, solista d'eccezione al violoncello, e sabato 29 il duo voce-pianoforte Illeborg Galterio impegnato nel programma “Notti d'estate a Posillipo”.
In collaborazione con il terzo “Festival internazionale di musica medievale e rinascimentale” di S. Stefano di Sessaneo, il 30 agosto verrà inoltre organizzato, presso la piazzetta Medicea del bel borgo montano alle 18.30, un viaggio tra le musiche antiche europee tra est ed ovest dell'ensemble “Musica rediviva” di Budapest.
Alla conferenza-stampa di presentazione è intervenuto, accanto al direttore artistico della “Barattelli” Alessandro Mastropietro, ai rappresentanti delle istituzioni di Ovindoli e a una delegazione degli “Archi del cherubino”, il presidente della Provincia Stefania Pezzopane, che ha sottolineato il valore dell'iniziativa e ha annunciato che la Provincia non taglierà i contributi alle istituzioni culturali.

s.t. 25/07/2009 11.12