Cenerentola : la favola diventa balletto al Marrucino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4680



CHIETI. Protagonisti della prima produzione della stagione coreutica del Marrucino i ballerini della Compagnia di ballo del Teatro Marrucino che il prossimo fine settimana, metteranno in scena, in prima il balletto Cenerentola, con l'orchestra del Marrucino diretta dal Maestro Robert Lehrbaumer.
Sabato 21 marzo (alle 21) e domenica (alle 18) il sipario si alzerà sulla favola più raccontata al mondo: Cenerentola, rivista in chiave moderna da Francesca La Cava, direttore del corpo di ballo, che ne cura coreografia e regia.
Una rivisitazione della favola in chiave moderna, come testimonia anche il personaggio della la fata “Smemorina” rappresentato dal computer. Perché il Computer? Le fate non esistono, esiste la speranza di trovare una soluzione al proprio disagio. Il computer può allora divenire oggi l'oggetto/fata attraverso il quale l'uomo cerca di realizzare i propri sogni. Francesca La Cava, con il suo allestimento, ha voluto raccontare una Cenerentola ribelle ed intraprendente, consumata dal consumismo e dall'apparenza, ma alla fine come nelle migliori favole c'è il lieto fine.
Il Corpo di ballo del Teatro Marrucino nasce nel 2007 dopo le audizioni tenutesi nel mese di settembre e novembre che hanno visto la presenza di maestri come George Iancu e Lindsay Kemp. Esso è costituito da 12 danzatori con una forte base classica ma pronti ad affrontare la diversità dei segni coreografici contemporanei. I ballerini provenienti da diverse regioni d'Italia che, nonostante la giovane età, vantano illustri esperienze come danzatori contemporanei. L' intendimento del Maruccino è quello di riportare la cultura della danza contemporanea all'interno dei teatri di produzione, cercando di coinvolgere differenti generazioni grazie ad un'offerta culturale che coniuga la tradizione con la ricerca.
m.r.
19/03/2009 9.04