Le Orme in concerto al premio Augusto Daolio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3346


SULMONA. Domenica 28 dicembre, alle ore 21, al teatro comunale "Maria Caniglia" di Sulmona, il gruppo Le orme terrà un concerto nell'ambito della cerimonia di chiusura del 10° Premio nazionale "Un giorno insieme – Augusto Daolio – Città di Sulmona" per cantautori e gruppi emergenti.
Il concerto dello storico gruppo sarà preceduto dalla cerimonia di premiazione del concorso (in programma sabato 27 dicembre, sempre al teatro comunale di Sulmona), che vedrà, tra le altre cose, l'esibizione di Domenico Protino (vincitore dell'ultimo edizione del Festival di Vina del Mar in Cile) e la partecipazione di Beppe Carletti dei Nomadi e di Rosanna Fantuzzi, compagna di Augusto e presidente dell'Associazione Augusto per la vita, oltre alle autorità istituzionali.
Le Orme sono una delle band che hanno fatto la storia del rock progressivo italiano. Il nucleo del gruppo nacque a Marghera, periferia industriale di Venezia, su iniziativa del ventunenne muranese Aldo Tagliapietra, fresco di vittoria di un concorso per giovani cantautori e insoddisfatto del gruppo dove suonava, i "Corals", la tipica cover band della fine degli anni '60. Fu così che fondò Le Orme, insieme al chitarrista Nino Smeraldi, al bassista Claudio Galieti e al batterista Marino Rebeschini. Questa prima formazione incise un unico singolo, "Fiori e colori" (1967), prodotto da Tony Tasinato per la CAR Juke Box del maestro Carlo Alberto Rossi. Appena un giorno dopo la pubblicazione, Rebeschini abbandonò il gruppo per adempiere agli obblighi di leva e venne sostituito alla batteria da Michi Dei Rossi. Nel 1968 Le Orme, acquisita una certa fama grazie alle loro esibizioni dal vivo nell'allora rinomato locale Piper di Roma, incisero un nuovo singolo, S"enti l'estate che torna". Con questo pezzo, anch'esso pubblicato pure in inglese col titolo Sumer Comin', parteciparono al concorso canoro "Un disco per l'estate": per questa partecipazione fu ingaggiato un nuovo musicista, il tastierista abruzzese Tony Pagliuca. Tra i dischi storici del gruppo sono da ricordare "Collage" (1971) e "Uomo di pezza" (1972). E' del 1973 "Felona e Sorona", un concept album a tema cosmico su due pianeti opposti e complementari. Questo 33 giri conquistò velocemente i primi posti nelle classifiche di vendita italiane, valendo a Le Orme il secondo disco d'oro. Oggi è considerato da molti come il vertice artistico del gruppo, anche se all'epoca una parte della critica musicale lo bollò come "ingenuo".
Il gruppo in questi anni non hai mai smesso di realizzare album e concerti. A Sulmona si esibiranno in trio, nella versione che vede i musicisti Aldo Tagliapietra (voce, chitarra, basso, sitar), Michi Dei Rossi (batteria) e Michele Bon (tastiere).


19/12/2008 9.36