Medioevo in note nella cripta di San Giustino a Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2251

Medioevo in note nella cripta di San Giustino a Chieti

CHIETI. Sarà l'ensemble “Hadria Musicae” di Atri il protagonista del quinto concerto della rassegna “Musica e...”, in programma, venerdì 5 dicembre, alle 19 nella cripta della cattedrale di San Giustino a Chieti.
La nona edizione degli incontri culturali e musicali a tema è organizzata dall'associazione “Fairy Consort” con la direzione artistica di Luca Dragani ed è sostenuta da Comune, Provincia, Regione e Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti.
Proseguirà fino al 30 dicembre, con ingresso libero.
“Il Llivre Vermell di Montserrat”, questo il titolo del nuovo appuntamento, che sarà introdotto da Dragani, propone musica medioevale con strumenti storici: oltre all'Integrale del Llivre Vermell di Monserrat, una raccolta di brani monodici e polifonici scritti per i pellegrini della Madonna nera di Montserrat, in Catalogna, saranno eseguite alcune cantigas di Alfonso X di re di Castiglia che parlano della MadonnaNera di Montserrat.
La formazione è costituita dai musicisti della Schola Hadriensis e da elementi scelti del coro “D'Onofrio” di Atri, entrambi diretti da Gianpiero Catelli.
Il Monastero benedettino di Montserrat, nella provincia di Barcellona, fu fondato nel XI secolo.
In poco tempo divenne un'importante meta di pellegrinaggio popolare grazie alla Madonna Nera che tuttora si venera.
Durante il 1811 quasi tutto il Monastero fu incendiato e stessa sorte toccò all'importante e ricchissimo archivio musicale; i pochi documenti superstiti, si salvarono, grazie al fatto che in quel momento si trovarono fuori al monastero.


04/12/2008 10.10