Fabrizio Bentivoglio ospite al Roseto Opera Prima

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3659

ROSETO. Il brillante film d'esordio di Fabrizio Bentivoglio apre la XIII edizione di "Roseto Opera Prima" sabato 19 luglio alle ore 21.30 nel cinema all'aperto della Villa Comunale.
Sarà lo stesso autore a presentare il suo film a pubblico e Giuria. Lascia perdere Johnny è il titolo del lungometraggio che prende spunto dalla vita di Fausto Mesolella, il chitarrista degli Avion Travel e dei suoi primi passi nel mondo della musica.
Fabrizio Bentivoglio, dopo una breve e sfortunata esperienza come calciatore nelle giovanili dell'Inter, si iscrive alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, debuttando in "Timone di Atene" di
Shakespeare. Negli anni successivi lavora al finaco di attori quali Romolo Valli, Giorgio De Lullo e Mario Scaccia. L'avvicinamento al cinema avviene nel 1979 con il film Masoch di Franco Brogi Taviani.
Nel 1986 incontra Gabriele Salvatores, da cui sarà diretto in Marrakech Express e Turnè, del quale ha anche scritto la sceneggiatura. Fino al 2000 è attivo al fianco di registi come Michele Placido (Un eroe borghese), Daniele Luchetti (La scuola), i fratelli Taviani (Le affinità elettive) e Marco Bellocchio (La balia). Nel 2003 è accanto a Monica Bellucci e Laura Morante in Ricordati di me di
Gabriele Muccino. Sotto la direzione di Sergio Rubini realizza L'amore ritorna (2004) e La terra (2006). Nel 2005 è diretto da Paolo Sorrentino in L'amico di famiglia e, nel 2007, da Carlo Mazzacurati in La lingua del santo, una storia definita dal regista "un gotico padano, un piccolo Spoon River".
18/07/2008 9.51