Cinema: Servillo, Battiato, Ghezzi a Pescara celebrano il mito del mare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3629

PESCARA. L'associazione Il Vento del Cinema organizza a Pescara dal 28 maggio al 1 giugno una manifestazione cinematografica dedicata alle diverse declinazioni e mutazioni del mito e del set mediterraneo.
L'ideazione e l'organizzazione è a cura di Enrico Ghezzi, uno dei più importanti critici cinematografici italiani, insieme al gruppo di fuori orario cose (mai) viste.
L' ingresso è gratuito per tutte le attività. Le proiezioni e gli incontri si svolgeranno presso il Cinema Massimo a Pescara, tranne l'inaugurazione del 28 maggio e la chiusura del 1 giugno, che saranno all' ex Aurum.
Diverse le sezioni proposte: dai Beach Movies alle Schegge del vaso di Pandora; dall'omaggio a Vittorio Cottafavi (di cui si vedranno 6 peplum, grazie alla collaborazione con la Cineteca Nazionale e la Cineteca di Bologna), alla personale Alexis Damianos (con tutti e 3 i suoi film e un incontro dove interverranno, oltre alla vedova del regista, Artemis Kapasakàli, alcuni critici che ne hanno seguito il difficile percorso tra cui Michel Demopoulos, Sergio G. Germani e Roberto Turigliatto).
I punti più significativi dell'offerta, ampia e di alto livello, di Atlantide Cinema sono: rari rushes dell'Othello di Orson Welles emersi grazie a un progetto di restauro avviato dalla Cineteca Nazionale. Inediti televisivi di Vittorio Cottafavi cui si aggiungerà una mostra altrettanto inedita di sue foto (allestita all' ex-Aurum). Cortometraggi in prima assoluta del maestro brasiliano Julio Bressane, l' Elettra mai vista di Tonino De Bernardi, l'altrettanto mai proiettata Medea di un altro maestro come Raul Ruiz. Franco Battiato che presenta il suo ultimo film Niente è come sembra. L'anteprima italiana di Go, Go Tales, il nuovo film di Abel Ferrara. E poi la presenza di Toni Servillo, film di Godard, Romero, Pasolini, Rossellini,Wilder, De Oliveira, Taviani, Pabst... Tra le proiezioni speciali e le anteprime segnaliamo al momento Il ginocchio di Artemide (2008) di Jean-Marie Straub e L'itineraire de Jean Bricard di Jean-Marie Straub e Danièle Huillet (che saranno presentati alla Quinzaine des réalisateurs a Cannes), Diary of the Dead di George A. Romero, Fedra di Manuel Mur Oti (un capolavoro spagnolo degli anni '50).
Oltre alle tavole rotonde dedicate a Cottafavi e Damianos, Enrico Ghezzi ha invitato diversi organizzatori di festival (non solo di cinema) a un incontro sul mito dei festival: tra loro, Mario Sesti (che dirige la Festa del Cinema di Roma, Roberto Silvestri che guida Sulmonacinema, Roberto Turigliatto, già direttore del Torino Film Festival, Olaf Moeller direttore del festival di Oberhausen.

IL PROGRAMMA

Si parte il 28 maggio all'ex Aurum, alle 17,30 con l'inaugurazione della mostra fotografica Vittorio Cottafavi alla conquista dell'immagine e il concerto del chitarrista sperimentale Stefano Pilia che musicherà le foto di Cottafavi. A seguire, sempre all'ex Aurum, in Sala Tosti, proiezione de la fantarca di Vittorio Cottafavi (italia 1968, b/n, 75', v.o. it.). Si passa poi al Massimo dove alle 21 apre Le dibbouk de Haifa di Amos Gitai (alla presenza del regista); e poi a seguire A propos de Nice, il bellissimo film breve del 1930 di Jean Vigo e l'anteprima di Il ginocchio di Artemide di Jean-Marie Straub .Poi, alle 22,30, l'anterpima italiana di Go go tales, nuovo film di Abel Ferrara.
Domenica 1 giugno le proiezioni si sposteranno all'Ex Aurum: alle 15 incontro su Orson Welles con Dario Musumeci e Ciro Giorgini e proiezione di frammenti inediti dell'Othello (grazie al progetto di restauro e conservazione curato dalla Cineteca Nazionale).
Alle 17 incontro con Raul Ruiz e proiezione del suo Cronique d'une mise en scène.
Dopo questi due appuntamenti, entrambi in Sala Tosti, nella piazza Michelucci alle 21 Franco Battiato presenta il suo ultimo film Niente è come sembra; a seguire Diary of the Dead di George A. Romero. All' appuntamento delle 21 interverrà anche l'attore e regista Toni Servillo
27/05/2008 11.15