Nuovo ciak in Abruzzo. A Pescocostanzo si gira una fiction per Rai 1

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2705

PESCOCOSTANZO. Da oggi nuovo ciak in Abruzzo. Dopo la fiction per Rai 1 "Questo è amore", girata a Campo Imperatore a marzo, la sit-com "ALT-Dogana", girata per il canale Fox di SkyTv ad aprile, e il film "L'amore non basta" tra Pescara e L'Aquila, oggi l'associazione sta fornendo la propria collaborazione alla Società di produzione Pay per Moon per la serie tv dal titolo "Raccontami – Capitolo II", per la regia di Riccardo Donna e Tiziana Aristarco.
La realizzazione delle riprese in Abruzzo sarà effettuata nel centro abitato di Pescocostanzo e dintorni, a partire da oggi, per la durata di una settimana.
Per l'allestimento del set l'associazione Abruzzo Film Commission sta apportando un sostanziale appoggio logistico e tecnico con la preziosa collaborazione del Comune di Pescocostanzo.
La fiction è articolata in 13 puntate da 100' ciascuna che andranno in onda su Rai1 in prima serata a partire da novembre prossimo ed ha come protagonisti Lunetta Savino e Massimo Ghini.
Rivolta a un pubblico familiare, nella tradizione dei grandi appuntamenti di Rai Uno, e' la storia di una famiglia italiana che dall'inizio degli anni Sessanta vive il cambiamento della propria vita in un
Paese in via di trasformazione.
«Considerati gli indici d'ascolto altissimi», commenta la Film Commission, «di cui la serie ha goduto nella prima edizione, si tratta di una straordinaria occasione di visibilità per il nostro territorio: una della scene che saranno realizzate a Pescocostanzo, nella quale campeggia una veduta del paese ripreso dall'alto, sarà la sigla d'apertura per tutti gli episodi dell'intera serie».
«Non vorrei che qualcuno sia "infastidito" dal fatto che la sede di Abruzzo Film Commission si trova a L'Aquila», ha commentato l'amministratore delegato Giorgio Iraggi che insieme ai partners sta preparando una proposta di legge regionale «…in quanto Abruzzo Film Commission è una grande occasione, non soltanto per il capoluogo, ma per l'intera regione, come dimostra il lavoro svolto negli ultimi 5 anni».


05/05/2008 11.24