Teatro, a Pescara Bruce Myers ed i giovani attori abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3091

PESCARA. «Non c'è alcuna differenza tra l'esperienza con Peter Brook, di cui sono allievo, e quella con i giovani attori abruzzesi, perchè quest'ultima rappresenta quel filo di continuità con il teatro, che io amo profondamente».
Così Bruce Myers ha salutato la platea del Cinema Teatro Massimo di Pescara, durante la conferenza stampa di chiusura del Seminario, da lui diretto, di formazione per attori teatrali.
«Non sono un missionario del Teatro - ha ripreso l'artista - nè rappresento qui Peter Book, di cui, però, la mia vita professionale e personale, ne è stata da subito influenzata. Perchè Brook - ha spiegato Myers - ha una grande capacità di capire le persone. Lavora sull'anima umana con un interesse quasi scientifico».
Padrona di casa, l'assessore alla Cultura, Betti Mura.
«Non nascondo l'emozione per avere nostro ospite un artista di grande fama internazionale come Bruce Myers. La sua presenza rappresenta - ha commentato Mura - una grande opportunità per la nostra Regione e per i nostri giovani. Credo che, bilancio permettendo, questa esperienza debba e si può farla proseguire».
La presenza di Bruce Myers rientra nell'ambito del Progetto del Drammateatro "Maestri e Margherite", ideato e diretto dal regista Claudio Di Scanno, ed è solo il primo di una lunga serie di importanti appuntamenti che si svilupperanno durante il 2008, anche attraverso altri incontri di lavoro con i grandi maestri della scena teatrale contemporanea.
«Stiamo concordando con la Regione la prosecuzione di questa esperienza, con altri maestri i cui nomi verranno rivelati in futuro - ha anticipato Di Scanno - nel frattempo, però, ci sarà una seconda fase di lavoro con Myers, per approfondire, il processo già iniziato sui rapporti tra padri e figlie nei testi di Shakespeare, con lo stesso gruppo di giovani attori già selezionati».
«Auguro un buon lavoro - ha ripreso l'Assessore - e ringrazio Myers per aver detto si alla proposta dell'Abruzzo, mettendo a disposizione la sua preziosa esperienza».

28/11/2007 8.52