Cinema: Lo Cascio e Dario Argento a Chieti film festival

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3921

CHIETI. Grande cinema da domani, per nove giorni al Supercinema di Chieti con il 17° Scrittura e Immagine Film Festival. Per l’inaugurazione, domani 8 novembre alle ore 20,00 al Supercinema interverrà Luigi Lo Cascio protagonista del film “Il dolce e l’amaro” di Andrea Porporati che sarà proiettato subito dopo l’intervista che il noto attore italiano avrà con Claudio Trionfera e Gian Piero Consoli.
Il film è ambientato nei primi anni ottanta e per Saro Scordia (Luigi Lo Cascio) Cosa Nostra è una cosa grande, degna di rispetto. Gaetano Butera (Tony Gambino), un mafioso di rango, comincia a tenere d'occhio quel ragazzino scalzo e povero, ma brillante, intelligente, coraggioso e gli fa capire che, se saprà dare buona prova di sé, avrà un futuro tra le file degli uomini d'onore.
Un'altra gran bella prova per Luigi Lo Cascio dopo le splendide interpretazioni in ‘I cento passi', ‘La meglio gioventù', ‘Luce dei miei occhi', ‘La vita che vorrei' etc.
Naturalmente il festival entra già nel vivo delle sue numerose rassegne a partire dalle ore 16,00 con “Il Punto rosso” di Marco Carlucci per il concorso italiano opera prima con Ernesto Mahieux, Frnacesco Venditti, Andy Luotto: C'era una volta...L'Italia ai giorni nostri. Periodo elettorale, il paese stenta a ripartire, l'economia ristagna, il benessere quello vero è sempre più un privilegio per pochi. All'incertezza della gente si sovrappone la macchina mediatica dei vari schieramenti politici, alla ricerca di una strategia vincente, una lotta spietata basata essenzialmente sullo scontro di ideologie piuttosto che sulla reale volontà di risolvere i problemi della gente. Ai soliti nomi noti, politici di professione, si aggiunge improvvisamente una figura nuova, fuori dagli schemi, un comico cabarettista, Riccardo Simeoni.
Alle ore 18,00 omaggio al grande Comencini con “Lo scopone scientifico” interpretato da Bette Davis, Alberto Sordi, Joseph Cotten, Silvana Mangano: uno straccivendolo romano e la moglie si battono ogni anno a scopone con una vecchia dispotica miliardaria americana in coppia con il suo segretario. Film che è una vetta della commedia italiana, basata sulla dialettica denaro-potere. E la morale è amara: a giocare con i ricchi si perde sempre. Film appassionante, interpretabile a vari livelli e recitato da attori infallibili.
Alle ore 22,00 infine in prima visione “Waitress-Ricette d'amore” dell'americana Adrienne Shelly: Jenna vive in un piccolo paesino dove fa la cameriera al “Joe's Diner”. Sposata con Earl, un uomo immaturo e geloso che non la rende felice, sogna di mettere da parte abbastanza denaro per poterlo lasciare ed iniziare una nuova vita altrove. Jenna ha un'unica consolazione, inventare torte sempre nuove ed è così brava da avere qualche speranza di vincere il più grande concorso culinario del paese con la torta “Colpo basso”.

Nove giorni di proposte di qualità, nove giorni di intensa programmazione, nove giorni per un festival del Cinema così come avviene nei grandi festival di Venezia, Roma, Torino ma a prezzi molto convenienti : soltanto 12 euro per gli abbonamenti (ridotto 10 euro fino a trent'anni) e 3 euro l'ingresso giornaliero (ridotto 2 euro).

07/11/2007 14.38