Un film americano per Bruno Sammartino. Si gira a Pizzoferrato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5109

PIZZOFERRATO. Il comune di Pizzoferrato diventa set cinematografico in un film sul campione di wrestling Bruno Sammartino. Fagnilli: «Occasione importante per il paese e un omaggio al nostro amato atleta»  

PIZZOFERRATO. Il comune di Pizzoferrato diventa set cinematografico in un film sul campione di wrestling Bruno Sammartino. Fagnilli:
«Occasione importante per il paese e un omaggio al nostro amato atleta»


 

Il comune di Pizzoferrato – abbarbicato ai suoi picchi di roccia, con i boschi lussureggianti e i vicoli antichi – diventa set cinematografico. "In the ring of honor: the Bruno Sammartino story" è infatti il film che nei prossimi mesi sarà in parte girato nel piccolo centro montano della provincia di Chieti. Qualche giorno fa produttori, regista e attori italo-americani sono, infatti, approdati in paese per conoscere i luoghi dove Bruno Leopoldo Francesco Sammartino, più semplicemente conosciuto come Bruno Sammartino, campione di wrestling, è nato nel 1936 ed ha trascorso parte della propria infanzia, prima di emigrare con la famiglia in America a metà degli anni Cinquanta, quand'era ancora ragazzo. Egli di tanto in tanto fa ancora visita alla sua Pizzoferrato che negli anni scorsi gli ha conferito la cittadinanza onoraria e intitolato un monumento.
La delegazione giunta dagli States è stata ricevuta dal consigliere provinciale Palmerino Fagnilli, anche ex sindaco di Pizzoferrato, che sta seguendo l'avvenimento. «I produttori, che tra l'altro sono arrivati a Pizzoferrato nel mezzo di una bufera di neve – spiega Fagnilli – hanno voluto conoscere la realtà dove Sammartino è cresciuto e si è formato prima di essere trascinato, dai suoi, verso il 'sogno americano', a Pittsburgh, "città dell'acciaio" nello Stato della Pennsylvania, ribattezzata "Pizzoburgo" dalla folta schiera di italiani presenti. Da Pizzoferrato, dalla sua casa di via Roma, a "Pizzoburgo", con una valigia di cartone e tanti progetti, Bruno Sammartino, è arrivato a detenere il titolo della World Wrestling Federation per un totale di 12 anni. Atleta integerrimo, che merita un tale riconoscimento».
Il film su "The italian strongman" o "The living legend", com'è stato soprannominato Sammartino durante la sua carriera, sarà prodotto da Sandro Finamore e Franco Frassetti (Finamore-Frassetti Productions di New York) e quest'ultimo sarà anche il regista.
«Per il paese – dice Fagnilli – si tratta di un'occasione particolarmente importante dato che su di esso si accenderanno le luci della ribalta internazionale. Adesso non ci resta che attendere l'arrivo della troupe».

LA SCHEDA, BRUNO SAMMARTINO


Bruno Leopoldo Francesco Sammartino, noto come Bruno Sammartino, è un wrestler noto per detenere il record di regno più lungo da campione WWWF/WWF/WWE, durato sette anni, otto mesi ed un giorno.
Detto anche "The Italian Strongman", "The Original Italian Stallon" e "The Living Legend of Professional Wrestling", Sammartino ha portato al sold out il Madison Square Garden per 187 volte, un record difficilmente replicabile. Le capacità sul ring di Sammartino non furono in realtà eccelse, soprattutto se comparate a quelle di altre leggende del pro wrestling come Lou Thesz; tuttavia, il suo stile brawl (grezzo) l'uso di manovre e mosse che richiedevano grande forza, il suo spiccato carisma ed il fatto che appariva sempre come il classico bravo ragazzo determinarono il grande affetto dei fans nei suoi confronti , specialmente nella costa est degli Stati Uniti.
Nato a Pizzoferrato (Chieti) il 6 ottobre 1936, si trasferisce negli Stati Uniti, a Pittsburgh (Pennsylvania), all'età di 15 anni. Bruno Sammartino è considerato da molti il più grande campione WW(W)F di tutti i tempi.
Comincia la sua carriera nel 1959 e solo tre anni più tardi conquista il suo primo titolo l'International Tag Team in coppia con Billy Watson, un anno più tardi vince il WWWA U.S. Tag Team Title in coppia con Argentina Apollo. Ma è il 17 Maggio 1963 il giorno più importante della sua carriera, infatti in questa data conquista il WWWF Heavyweight Title (World Wide Wrestling Federation) sconfiggendo al Madison Square Garden, in un tempo record, "Nature Boy" Buddy Rogers.

Una volta perso il titolo di campione assoluto Sammartino si dedica nuovamente al combattimento di coppia, dove riesce ad ottenere altri due successi. Al suo ritorno nella WWF Bruno incontra subito il nuovo campione WWF Pedro Morales, era la prima volta che i due wrestlers si affrontavano, in questo incontro si vedevano i due lottatori più popolari del momento, il 10 Dicembre 1973 Bruno riconquista il titolo assoluto per la seconda volta. Da questo momento e per quattro anni consecutivi Sammartino deterrà il titolo del mondo WWF, ed è il secondo periodo più lungo che un wrestler detiene il titolo, il primo naturalmente è sempre lui con i 7 anni del primo regno.
Bruno Sammartino, è che combatteva 5 o 6 sere alla settimana mettendo in ogni serata il titolo in palio, dando sempre il massimo di se stesso per far ottenere sempre più credibilità al wrestling nella comunità sportiva..

Ma la fine del suo secondo regno era vicina, infatti il 1 Maggio 1977 The Italian Strongman viene sconfitto da "Superstar" Billy Graham (l'uomo da cui Hogan ha preso il look, il modo di atteggiarsi e il modo di parlare) in una maniera non molto pulita visto che per schienare Sammartino si aiutò appoggiandosi alle corde.
Nell'ultimo anno di carriera Bruno lotta in coppia con suo figlio David, alternando vittorie e sconfitte.

25/10/2007 14.58