King Kong, la Geisha e Pieraccioni: il week end al cinema

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1016

Weekend di fuoco quello che sta per iniziare per le sale e multisale italiane, uno dei più ricchi dell'anno: esordiscono infatti pellicole attesissime, come King Kong, di Peter Jackson, il pluri-premiato regista della trilogia tolkeniana, con, tra gli altri, Naomi Watts e Jack Black. La storia è ben nota a tutti: siamo negli anni 30 e una troupe cinematorgrafica capita su un ‘isola inesplorata e la bella protagonista della pellicola che dovevano girare viene rapita da una tribù locale per essere offerta ad un gigantesco gorilla, per l'appunto Kong (recensione e collegamento al film originale del 1933 qui). Insieme al bestione jacksoniano troviamo un altro ex della trilogia de “Il signore degli anelli”, Viggo Mortensen, protagonista del nuovo film di Cronenberg, “A history of violence” (http://www.historyofviolence.com/). Viggo è gestore di un ristorante ed uccide, una sera, dei rapinatori che lo avevano assalito, diventando il nuovo eroe dei media americani. E questa nuova celebrità farà nascere anche problemi all'eroe, con le accuse capitanate da un freddo Ed Harris, che accusa l'ex Aragorn di avergli in passato fatto gravi torti…lo sviluppo della storia sembra davvero accattivante… (recensione).
E come ogni Natale, ecco gli aficionado Boldi-De Sica con “Natale a Miami” (http://www.nataleamiami.it/ ), la cui trama consolidata su intrecci amorosi, corna, sesso facile e battute pronte, è sempre campione d'incassi al botteghino, e il nuovo lavoro di Pieraccioni, “Ti amo in tutte le lingue del mondo” (http://www.tiamointuttelelinguedelmondo.it/ ), anche lui spesso affezionato alla pellicola natalizia: cast testato e di fiducia (Panariello, Ceccherini, … ) che sviluppano una trama semplice ma frizzante, con Pieraccioni prof quarantenne che è perseguitato dall'amore di una sua giovane allieva,…amici curiosi, pettegolezzi da comare e comicità aizzeranno questo calderone comico, pregustandoci una pellicola davvero carina (recensione, discussioni, forum).
Buon ultimo – non per qualità certamente - , “Memorie di una Geisha”, drammatica pellicola di Rob Marshall ( regista di “Chicago” ): “la storia ha inizio negli anni precedenti alla II Guerra Mondiale, in cui una bambina giapponese viene strappata a una famiglia senza mezzi, per lavorare come serva nella casa di una geisha” ( da www.filmup.com ). In un marasma di comicità ed effetti speciali, può essere un'ottima alternativa per godersi 100 minuti rilassati e taglienti.
Ernesto Valerio 15/12/2005 10.48