E' morto Gigi Sabani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9780

ROMA. Si è spento nella tarda serata di ieri il famoso conduttore e imitatore Gigi Sabani. Il prossimo 5 ottobre avrebbe compiuto 55 anni. Forte era il suo legame con Ortona, comune d'origine della nonna.

ROMA. Si è spento nella tarda serata di ieri il famoso conduttore e imitatore Gigi Sabani. Il prossimo 5 ottobre avrebbe compiuto 55 anni.
Forte era il suo legame con Ortona, comune d'origine della nonna.




Sabani è stato stroncato la notte scorsa da un infarto mentre si trovava a casa della sorella. Quando i medici del 118 sono arrivati ormai era troppo tardi. Sabani si era sentito male già prima di cena.
I familiari avevano chiamato il medico che dopo una prima visita aveva assicurato che il malore era causato da stress.
Invece poco dopo si è accasciato nel bagno di casa.
Sconvolti la sorella e il figlio dell'artista, Simone, che ha raccontato subito dopo la tragedia che il padre ultimamente viveva una vita tranquilla. Poche sigarette, poco vino e una alimentazione sana.
Ma Sabani lo scorso giugno era stato segnato dalla perdita della madre, dolore che lo aveva sconvolto e portato ad avvicinarsi di più alla famiglia.
L'artista aveva un legame stretto con il territorio abruzzese. Di origine ortonese la nonna dove Sabani da ragazzo trascorreva spesso le vacanze estive.

LA CARRIERA

Sabani ha cominciato la sua carriera con Corrado: dopo essersi esibito alla versione radiofonica de "La corrida" con le imitazioni di Gianni Morandi, Mino Reitano, Claudio Baglioni, viene notato da Gianni Ravera che lo invita al Festival di Castrocaro. Il debutto in televisione avviene su Rai 1 nel 1979 con una performance di quattro minuti in diretta da Venezia in occasione della manifestazione "La Gondola d'oro" e approda poi alla "Domenica in" di Pippo Baudo.
Nel 1981 e '82 è tra i conduttori di "Fantastico", nel 1983 di "Premiatissima", il varietà del sabato sera di Canale 5 dove si fa notare anche per le sue doti di cantante grazie al brano, divenuto poi famoso, "A me mi torna in mente una canzone".
Dal dicembre dell'83, per espressa volontà di Silvio Berlusconi, è
messo alla guida del nuovo gioco a premi di Italia 1 importato dagli States "OK, il prezzo è giusto!", la cui conduzione gli vale due Telegatti.
Dopo aver partecipato nell'89 al Festival di Sanremo con il brano "La fine del mondo", nel 1990 torna televisione dove gli è affidata la conduzione del varietà estivo di Rai 2 "Stasera mi butto" e nel gennaio dell'anno successivo quella dell'appannata nuova edizione di "Domenica in", facendola così nuovamente decollare negli ascolti.
Nell'autunno sempre del '91 lo troviamo nello show di mezzogiorno "Piacere Raiuno. Seguono altri programmi di successo: "Il grande gioco dell'oca" per la regia di Jocelyn (Rai 2), "Re per una notte" (Italia 1, 1995, 1996), gara fra i sosia di cantanti famosi. Dal gennaio 2000 e' su Canale 5 con "La sai l'ultima".

L'ARRESTO E IL PROSCIOGLIMENTO

Sabani nel 1996 visse anche una drammatica vicenda giudiziaria. Venne arrestato per 15 giorni, per induzione alla prostituzione. E' stato poi prosciolto in modo pieno e lo Stato ha riconosciuto l'errore, risarcendo l'artista con 25 milioni di lire. L'inchiesta che coinvolse anche Valerio Merola partì da una denuncia presentata da Raffaella Zardo.

05/09/2007 8.39