Morro d’Oro capitale europea della fisarmonica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3591

MORRO D’ORO. Oltre 90 concorrenti provenienti da tutta Europa e tre le giornate interamente dedicate alla fisarmonica. Il tutto arricchito da mostre fotografiche, convegni, esposizioni curate da alcune tra le più prestigiose fabbriche di fisarmonica di Castelfidardo e spettacoli appassionanti.
Questo è solo un piccolo anticipo di quello che sarà la 16° edizione del Premio Internazionale per Fisarmonica “Stefano Bizzarri” in programma a Morro D'Oro dal 26 al 28 luglio 2007.
Un appuntamento oramai consueto, promosso e curato dall'associazione “Stefano Bizzarri” nata nel 1991 per ricordare e valorizzare la figura umana e professionale del grande musicista morrese, improvvisamente scomparso nel 1984, e per dare giusto risalto alla musica per fisarmonica.
I concorrenti arrivano da Spagna, Austria, Serbia Montenegro, Lituania, Bulgaria, Bielorussia, Germania, Russia e naturalmente Italia.
Il vincitore sarà premiato con la prestigiosa Lira d'oro.
Tre le sezioni del concorso: Classica, Varietè e Jazz. Al termine delle audizioni, a partire dalle ore 21.30, spettacolo in piazza con fisarmonicisti e gruppi musicali che porteranno a Morro D'Oro la magia delle note.
La serata di chiusura sarà affidata al grande jazzista Richard Galliano, erede diretto di Astor Piazzolla che interpreta, compone ed orchestra una musica nella quale si mescolano in apparenza casuale reminiscenze swing, marcati echi di tango, giri di valzer dei bistrot parigini, ballads di Bill Evans, improvvisazioni di Keith Jarrett e la lezione afroamericana di Parker e Coltrane. Uno dei grandi meriti di Galliano è quello di usare la fisarmonica, strumento che ha avuto sempre vita scomoda nel mondo del jazz.
24/07/2007 13.29