Cinema. Al David, plebiscito per l’abruzzese Marco Fattori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2273

Il regista abruzzese Marco Fattori con “An Angel” ha conquistato i cuori del pubblico, vincendo la sfida popolare “Un corto per il David”, il premio offerto da Telecom per i cortometraggi.
Il vincitore dell'edizione 2007 del David di Donatello, il prestigioso premio italiano del cinema, è certamente Giuseppe Tornatore con “La sconosciuta”, che ha vinto, tra gli altri, il premio per il miglior film e la migliore regia.
Tra i tanti premiati però, spunta anche un nome abruzzese, quello di Marco Fattori, autore del cortometraggio “An Angel”,
presentato da PrimaDaNoi.it lo scorso marzo.
Il corto del regista abruzzese ha infatti vinto il premio popolare, offerto da Telecom Italia, “Un corto per il David”.
In un'apposita sezione on line www.daviddidonatello.alice.it infatti, si potevano vedere e votare i sedici cortometraggi scelti dagli organizzatori e la vittoria finale, a colpi di preferenze degli utenti, è andata proprio a Fattori.

Tutti i vincitori ufficiali dell'edizione 2007:

Miglior film: “La sconosciuta”
Miglior regista: Giuseppe Tornatore per “La sconosciuta”
Miglior regista esordiente: Kim Rossi Stuart per “Anche libero va bene”
Migliore sceneggiatura: Stefano Rulli, Sandro Petraglia e Daniele Luchetti per “Mio fratello è figlio unico”
Migliore produttore: Donatella Botti di Bianca Film e Rai Cinema per “L'aria salata”
Miglior attrice protagonista: Ksenia Rappoport
Migliore attore protagonista: Elio Germano per “Mio fratello è figlio unico”
Migliore attrice non protagonista: Angela Finocchiaro ex aequo con Ambra Angiolini
Migliore attore non protagonista: Giorgio Colangeli per “L'aria salata”
Migliore canzone originale: “La paranza” di Daniele Silvestri.
Migliore direttore della fotografia: Fabio Zamarion per “La sconosciuta”
Migliore musicista: Ennio Morricone per “La sconosciuta”
Migliore scenografo: Carlos Conti per “Nuovomondo”
Migliore costumista: Mariano Tufano per “Nuovomondo”
Migliore montatore: Mirko Garrone per “Mio fratello è figlio unico”
Migliore fonico di presa diretta: Bruno Pupparo per “Mio fratello è figlio unico”
Migliore effetti speciali visivi: L'Etude et la Supervision des Trucages per “Nuovomondo”
Migliore film dell'Unione europea: “Le vite degli altri” di Florian Henckel Von Donnersmarck
Miglior film straniero: “Babel” di Alejandro Gonzales Inarritu
David Giovani: “Rosso come il cielo” di Cristiano Bortone
Miglior documentario di lungometraggio: “Il mio paese” di Daniele Vicari
Miglior cortometraggio: “Meridionali senza filtro” di Michele Bia
Premio Film Commission Torino Piemonte o Premio dei critici: “Centochiodi” di Ermanno Olmi
Premio speciale alla Carriera: Giuliano Montaldo e Carlo Lizzani.

Ernesto Valerio 16/06/2007 9.02