Domenica la cerimonia finale del "Premio Gassman"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2208

LANCIANO. Sono Carlo Cecchi e Lunetta Savino i migliori attori della stagione teatrale 2006-07: così ha decretato il pubblico italiano, chiamato ad esprimere direttamente il proprio giudizio dalla quarta edizione del “Premio Gassman”. Miglior spettacolo dell’anno “Due partite”, diretto da Cristina Comencini, mentre il Premio alla carriera è stato assegnato a Carlo Giuffrè.
Con 2381 voti validi, i vincitori delle 13 categorie in gara anche per questa edizione sono stati scelti dopo 1 mese di votazioni – dal 5 aprile al 5 maggio - attraverso l'utilizzo di schede distribuite in 105 teatri italiani, attraverso un numero verde appositamente istituito per il Premio o l'invio di un form di voto presente sul portale Teatranti.com.

Il “Premio Gassman” è infatti l'unico premio teatrale italiano in cui è il diretto interessato, il pubblico, ad assegnare gli awards del miglior attore e del miglior spettacolo dell'anno.
Novità di questa quarta edizione è la produzione di uno spettacolo teatrale, l'Otello di Shakespeare, che andrà in scena al Teatro Fenaroli di Lanciano (CH) giovedì 24 maggio alle ore 21.00.
Lo spettacolo, prodotto dal “Premio Gassman” stesso, è presentato dal Teatro Studio di Lanciano, per la regia di Stefano Angelucci Marino. Un ulteriore omaggio al grande “mattatore”, che nel 1956, anno chiave della sua carriera, interpretò un memorabile Otello in una gara di bravura con l'attore Salvo Randone.
La cerimonia di premiazione si terrà invece domenica 27 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Fenaroli di Lanciano (Chieti). Presenta Mariateresa Ruta e intervengono, oltre agli artisti vincitori, l'attore Alessandro Haber, la cantautrice Momo, il musicista Germano Mazzocchetti, l'attore e doppiatore Oreste Rizzini, l'attore e regista Stefano Angelucci Marino, e Federico Fiorenza, direttore TSA - Teatro Stabile d'Abruzzo.
“Premio Gassman” 2007 è un concorso nazionale ideato dall'attore-regista Milo Vallone.

I Vincitori dell'edizione 2007


Miglior attore: Carlo Cecchi
per lo spettacolo “Il Tartufo” di Molière, traduzione C. Garboli, diretto da Carlo Cecchi.


Miglior attrice: Lunetta Savino
per lo spettacolo “Casa di Bambola- l'altra Nora” da Henrik Ibsen, riscrittura e regia di Leo Muscato.


Miglior Regista: Giuseppe Marini
LES BONNES (le serve) di Jean Genet con Franca Valeri, Annamaria Guarnieri e Patrizia Zappa Mulas.


Miglior spettacolo per la stagione 2006/2007: “DUE PARTITE”
diretto da Cristina Comencini
Con Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Valeria Milillo.


Miglior Musical: Sweet Charity
di Neil Simon. Regia di Saverio Marconi
Con Lorella Cuccarini.


Miglior spettacolo per la stagione estiva:
“Tootsie, il gioco delle ambiguità”
Diretto da Maurizio Nichetti
Con Marco Columbro, Chiara Noschese e Enzo Garinei.



Miglior Giovane Talento: Massimiliano Varrese
per lo spettacolo “3MSC.Tre metri sopra il cielo. Lo spettacolo”
tratto dall'omonimo romanzo di Federico Moccia, diretto da Mauro Simone.


Miglior testo italiano: ”DUE PARTITE”
scritto da Cristina Comencini


Miglior Stagione Teatrale:
“Il Rossetti -Teatro Stabile Friuli-Venezia Giulia”
per l'anno di riferimento: stagione 2006/2007
direzione artistica Antonio Calenda


Miglior Festival Estivo:
“Festival Teatrale di Borgio Verezzi”
Diretto da Stefano Delfino


Miglior Scenografo: Alessandro Camera
per gli spettacoli:
Delitto e castigo diretto da Glauco Mauri
Cabaret diretto da Saverio Marconi
Sweet Charity diretto da Saverio Marconi


Miglior costumista: Chiara Donato
per lo spettacolo Cabaret diretto da Saverio Marconi

Premio alla Carriera 2007: Carlo Giuffrè



22/05/2007 8.01