DUE CONTI

Tollo, «gestione positiva e senza alzare le tasse»

Radica smentisce «ricostruzioni fantasiose»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

159

Tollo da 3 giorni senza luce, abitanti esasperati. Sindaco: «Enel non mi risponde più»

Angelo Radica

TOLLO. «Le finanze del Comune di Tollo sono non sane ma sanissime come e vengono da 5 anni di veri e propri miracoli amministrativi».

Lo ribadisce il sindaco riconfermato Angelo Radica che smentisce alcuni «resoconti fantasiosi» e assicura: «in 5 anni dal 2012 al 2017 l'amministrazione comunale da me guidata non ha aumentato nessuna tassa anzi ha ridotto nel 2017 la tassa dei rifiuti del 20 % e di converso ha realizzato circa 5 milioni di opere pubbliche (solo con 550.000,00 di fondi propri) ed ha aumentato e ampliato i servizi da quelli sociali, a quelli ricolti a giovani, anziani, donne, imprese, associazioni culturali e sportive».

Radica smentisce il fatto che il Comune di Tollo nel Consuntivo 2016 abbia fatto registrare un disavanzo di 68.826,79 euro: «ha fatto registrare un risultato positivo della gestione di 501.459,35 € di cui 154.191.000,00 è stata destinata a Fondo Pluriennale Vincolato, 292.382,31 € a Fondo crediti di dubbia esigibilità introdotto solo da qualche anno nel 2013 per garantirsi da creditori che non pagano (in passato si sarebbero potuti spendere magari per opere pubbliche), 245.407,88 € a Fondo anticipazioni di liquidità (introdotto nel 2013), 20.738,20 € altri vincoli di legge ed il resto è stato destinato ad abbattere il disavanzo 2015 che era pari a 99.129,12 € frutto del riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi degli ultimi 30 anni e quindi assolutamente non ascrivibile alla nostra amministrazione insediatasi solo nel 2012».

Il sindaco chiarisce anche che l'avanzo di amministrazione è passato da 23.999,81 del 2013 a 8.215,32 € del 2014 a 454.496,43 del 2015 a 501.459,35 € del 2016.

E poi ancora: «al 31/12/2016 abbiamo registrato un'anticipazione di cassa di 348.572,79 € per pagare e quindi aiutare le imprese in presenza della difficoltà di incasso delle entrate dovute principalmente alla crisi delle famiglie che no riescono a pagare rispettando le scadenze e alla lentezza dei trasferimenti statali e regionali. Allo stesso tempo, come consigliato dal revisore e dalla responsabile del servizio finanziario, stiamo procedendo agli accertamenti per verificare chi non ha pagato l'Imu, la tassa Rifiuti (Tari). Nel 2016 abbiamo accertato 45.000,00 € di evasione Imu 2012, 42.500.00 € di mancati pagamenti Ici 2011, 21.464,41 € di Tassa Rifiuti».


Ridotto l'indebitamento dal 10,38 % del 2011 al 9,54 % del 2016 da 4.779.414, 83 € del 2014 a 4.711.304,26 € del 2016. «Il risultato della gestione corrente, come se considerassimo il Comune un'azienda privata, è stato positivo per 44.400,78 € con 8.955,26 € di saldo positivo dei residui», va avanti Radica. «A fronte di una riduzione delle entrate da 2.048.681,42 del 2013 a 1.926.442,28 abbiamo ridotto le spese correnti da 2.693.064,85 € a 2.442.517,13 del 2016. Le spese di personale sono di 642.475,09 € al di sotto dei 775.233,94 € della media 2011/2013 (-132.758,85 €). Infine gli oneri finanziari (interessi passivi) sono passati da 372.873,13 € del 2014 a 345.510,83 del 2016. Questi sono i dati veri, precisi e certi del rendiconto della Gestione 2016 del Comune di Tollo».