IN COMUNE

Comune Pianella: aumenta la spesa corrente e si privatizzeranno servizi

Approvato il documento unico di programmazione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

198

Comune Pianella: aumenta la spesa corrente e si privatizzeranno servizi


 

PIANELLA. L’Amministrazione Marinelli nel Consiglio Comunale di Martedì 9 Febbraio 2016, ha approvato, il nuovo Documento unico di programmazione (DUP) 2016-2018 in base agli artt. 151 e 170 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267; che costituisce il presupposto indispensabile per l’approvazione del bilancio di previsione.
Si tratta della guida strategica ed operativa dell’Ente.

L’allineamento delle novità introdotte dalla legge di stabilità 2016 (L. 208/ 2015) riguardano le entrate, i progetti di spesa e pareggio di bilancio.
Il D. M. del Ministero dell’interno del 28 Ottobre 2015, ha prorogato al 31 Marzo 2016 il termine per l’approvazione del Bilancio di Previsione 2016.
Il documento approvato dall’amministrazione Marinelli prevede un aumento delle spese correnti che passano da  € 5.108.210,04 dell’anno 2013 a € 6.830.139,46 per l’anno 2015, per passare ad una previsione di  € 6.309.908,92 per il 2018.
E’ prevista l’esternalizzazione a privati di quasi tutti i servizi che il Comune deve garantire, scelte che –secondo l’opposizione- porteranno a breve «ad un ulteriore impoverimento dell’economia della nostra collettività».
La delibera prevede anche un aumento del personale del Comune, che tocca quota 49 dipendenti, di cui 11 Part-time, ma –sostiene l’opposizione- «senza tener conto in modo apprezzabile delle risorse umane già inserite in organico e senza inserire un gruppo di operai addetti alle manutenzioni ordinarie per mantenere la nostra Città di Pianella vivibile ed accogliente»
«Nel documento approvato (DUP)», dice Gianni Filippone, segretario Pd e consigliere comunale, «non è stata inserita nessuna spesa per la valorizzazione dell’Agricoltura, Turismo, Trasporti e diritto alla mobilità, Politiche del lavoro e Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali. Quindi il Sindaco Marinelli dopo le vicissitudini per il caso Ris.Co, non riesce ancora a far funzionare l’ufficio Tributi e la macchina amministrativa. L’amministrazione dopo le 12.000 cartelle pazze del gennaio 2014, ultimamente ha inviato ancora più di 1000 cartelle senza controllo tra ingiunzioni errate ed accertamenti non corretti, solo per aumentare i residui attivi nel Bilancio comunale. Trattasi di scelte organizzatorie del servizio non innovative, carenti di strategia e di qualità».
 
Il Sindaco Sandro Marinelli ed il Consigliere delegato Marco Pozzi in questi primi 30 mesi hanno gestito l’ufficio Tributi ed il Bilancio comunale, «con scarsa competenza», bacchetta Filippone, «hanno approvato il DUP 2016-2018 senza conoscere neanche come organizzarlo, continuano ad emettere documenti contabili con dati mancanti o/e errati, senza un minimo di efficienza. Mi chiedo, dove sono andate a finire tutte quelle promesse fatte ai cittadini di Pianella, di riduzione delle tasse ed efficienza della gestione della macchina amministrativa, fatte durante la campagna elettorale».