AREE MONTANE

Bilancio sociale Gal teramano: 4,2 milioni di euro per aree interne

Domani dibattito all’Università di Teramo

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

76

Bilancio sociale Gal teramano: 4,2 milioni di euro per aree interne

 

TERAMO. Il 30 settembre all’Università il Gal (gruppo azione locale) Leader Teramano fa il punto degli interventi realizzati sul territorio. Si parlerà anche di investimenti della nuova programmazione 2014/2020

Con 4,2 milioni di euro investiti sul territorio, attraverso le risorse della programmazione 2007-13, il Gal Leader Teramano traccia il bilancio della propria attività e apre la riflessione sulle nuove prospettive per l’economia rurale. L’occasione sarà la Tavola rotonda “Il Valore dell’economia rurale”, in programma il 30 settembre, alle ore 15, presso la Sala Lauree di Giurisprudenza dell’Università di Teramo.

«Faremo il punto dei risultati dell’attività del Gal – afferma il presidente, Carlo Matone –. I progetti realizzati, che hanno portato ad investimenti complessivi pari a 4,2 milioni di euro a vantaggio delle aree interne, saranno presentati dando ampio spazio alle testimonianze degli imprenditori dell’area rurale che ne hanno beneficiato e offrendo al contempo suggerimenti e indicazioni utili sulla nuova programmazione 2014-2020».

Al dibattito, moderato dal direttore del quotidiano Il Centro, Mauro Tedeschini, interverranno: il Rettore dell’Università di Teramo, Luciano D'Amico, il presidente del Gal, Carlo Matone, il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, l’assessore regionale alle Politiche Agricole, Dino Pepe, e la fiduciaria della Condotta Pretuziana Slow Food di Teramo, Marcella Cipriani. Il vicepresidente del Gal e docente di Comunicazione d’impresa, Christian Corsi, presenterà il Bilancio sociale dell'ente, tra i primi Gruppi d’Azione Locale a dotarsi di questo strumento:

«Il bilancio sociale del Gal – spiega il prof. Christian Corsi -, uno dei pochi a livello nazionale,  ha lo scopo di illustrare nel dettaglio le risorse impiegate per investimenti, che pongono le basi per rinforzare i modelli di creazione di valore a favore dei portatori d’interesse locale. Attraverso la redazione di questo strumento il Gal  ha attivato un processo di responsabilità sociale per supportare al meglio il territorio in un percorso di crescita consapevole e condiviso».

Al confronto istituzionale seguiranno gli interventi dei vari testimonial e imprenditori dell'economia rurale. A portare le loro esperienze: l'imprenditrice Francesca Valente, il presidente di Assoturismo/Confesercenti Abruzzo, Daniele Zunica, il presidente del Marchio d'Area "La Terra dei Briganti", Mauro Di Matteo e Secondo Di Pietro, presidente della Pro loco di Poggio Umbricchio (promozione dei Tartufi dell'Appennino Teramano). Infine, saranno presentati gli strumenti della strategia promozionale messa in campo dal Gal: la Guida "I GALattici" a cura del giornalista enogastronomico Antonio Paolini, "La doganella d'Abruzzo - pastorizia, istituzioni e cultura” del professor Adelmo Marino e dello storico Nicolino Farina e "I nuovi strumenti informatici", illustrati dalla società Digitecno.