CONTROVENTO

Natale Francavilla, Comune spende 100 mila euro. M5S: «sono troppi, serviva sobrietà»

Luciani: «le iniziative fanno economia»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3287

Natale Francavilla, Comune spende 100 mila euro. M5S: «sono troppi, serviva sobrietà»

Arisa

FRANCAVILLA AL MARE. Il Comune di Francavilla al Mare ha speso per le manifestazioni natalizie 100 mila euro.
I conti in tasca al sindaco Luciani li hanno fatti gli esponenti del Movimento 5 Stelle che si chiedono se sia valsa veramente la pena spendere tutti questi soldi.
Tra le manifestazioni più importanti il concerto della cantante Arisa ed i fuochi a mare previsti per la notte di capodanno. Entrambi gli eventi sono saltati. La cantante lucanarecupererà il concerto nella giornata di oggi mentre per i fuochi non è ancora stata definita una data di recupero.
E poi tra i costi ci sono gli addobbi e le luminarie, le spese di ingaggio di artisti, costi di spettacoli, ospitalità, service, SIAE, generatori, elettricità, allestimenti, palchi, manifesti e pieghevoli, pubblicità e ogni altra spesa tecnica necessaria per la buona riuscita delle manifestazioni
«Il sindaco Luciani», fa notare il Movimento 5 Stelle, «ha avuto l’ardire di sostenere che le manifestazioni natalizie, in specie, il concerto di Arisa ed i fuochi a mare, sono state organizzate con l’intento di consentire, a tutti i cittadini, di godere di momenti di festa e divertimento “a costo zero” ma così non è. Era proprio il caso di gravare l’Ente di ulteriori costi che incideranno, ovviamente e pro-quota, sulla popolazione locale, già martoriata da una tassazione insostenibile, da servizi locali sempre più costosi ed in genere, da una crisi economica e sociale senza precedenti, destinata ad acuirsi nel 2015?»
Per i 5 Stelle era necessario un cartellone natalizio più sobrio, «con costi decisamente inferiori per la collettività, in un periodo di grave recessione economica. Si avrebbe avuto il pregio di mostrare ai cittadini, specie a coloro che soffrono maggiormente gli effetti di questa devastante crisi, una sensibilità diversa della attuale classe politica locale: non sarà certo un concerto di richiamo, oppure una esibizione pirotecnica a mutare l’umore della gente e lo stato delle loro tasche».

Intanto nei prossimi giorni proprio il M5S presenterà alla cittadinanza ed all'Amministrazione Comunale, un progetto di Bilancio Partecipativo ed una bozza di Regolamento per gli Istituti di Partecipazione e di Iniziativa Popolare: «i cittadini avranno la facoltà di rendersi protagonisti delle scelte amministrative, formulando proposte che potranno tradursi in azioni concrete, con la possibilita' di intervenire sulla destinazione delle risorse del Bilancio Comunale».
Ma il sindaco Antonio Luciani rivendica quanto fatto dalla sua amministrazione per queste festività: «Le condizioni che disciplinano i contratti degli artisti sono molto rigide: avremmo dovuto corrispondere metà del cachet in caso di annullamento e a quel punto abbiamo ritenuto fosse il caso d recuperare la data di Arisa».
Per quanto riguarda i fuochi a mare, saranno recuperati in data da destinarsi «poiché abbiamo un'idea in serbo per quanto riguarda un'iniziativa, a cura esclusiva del Comune, da tenersi nell'ambito delle manifestazioni per il Carnevale d’Abruzzo».
Per il sindaco «le iniziative fanno economia- Un esempio per tutti: i fuochi di Ferragosto costano all'incirca 25mila euro e producono un indotto economico di centinaia di migliaia di euro».