L'INIZIATIVA

La proposta «rendere a pagamento il parcheggio del Megalò»

Ordine del giorno presentato da tre consiglieri di maggioranza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2609

La proposta «rendere a pagamento il parcheggio del Megalò»




CHIETI. Parcheggio a pagamento per i clienti del Megalò.
Per il momento è solo una proposta, o meglio un ordine del giorno, che potrebbe far arrabbiare i titolari del centro commerciale e far gioire i commercianti della città che tutti i giorni devono scontrarsi con le lamentele dei clienti ‘vittime’ della sosta a pagamento.
L’idea è degli esponenti di Forza Italia Emiliano Vitale, Fabrizio Di Stefano e Maurizio Costa che con un ordine del giorno chiedono in pratica di monetizzare l’occupazione del suole adibito a sosta delle auto.
Le opzioni avanzate sono tre e riguardano una zona laterale del parcheggio che può ospitare fino a 369 vetture. Negli anni il Comune ha trasferito al centro commerciale, come da accordo di programma, parte delle urbanizzazioni, fra le quali anche le strade. Sempre l’accordo di programma prevedeva la realizzazione di alcune opere secondarie tra le quali un parco fluviale mai completato.
Fino ad oggi l’utilizzo del suolo pubblico a parcheggio, con tacito assenso, è stato ad esclusivo uso e consumo del centro commerciale, visto che nell’area non vi sono altre attività pubbliche o private.
Le tre proposte dei consiglieri comunali di maggioranza: sosta a pagamento e, se possibile, affidamento alla Società strumentale del Comune: Teate Servizi. Numero due: verificare la possibilità di stipulare con chi ne usufruisce un contratto di locazione con un compenso equo rispetto non solo al valore intrinseco del bene utilizzato, ma anche legato all’importante servizio che svolge il parcheggio comunale in funzione del Centro Commerciale. Terza opzione: quantificare il valore economico e cedere la proprietà al Centro Commerciale. Con i soldi ricavati realizzare opere pubbliche in località Santa Filomena.
Perché farlo? I consiglieri sottolineano le difficoltà economiche dell’ente e sono convinti che si debba valorizzare l’ introito diretto ed indiretto in più per il Comune di Chieti. Infine ricordano che in città molti parcheggi a pagamento si trovano proprio in prossimità delle attività commerciali.