FONDI PUBBLICI

Val Pescara, Val Sinello e Val Vibrata: 2 milioni di finanziamento per le aree di crisi

Le imprese potranno fare richiesta fino al 15 marzo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1345

Val Pescara, Val Sinello e Val Vibrata: 2 milioni di finanziamento per le aree di crisi






ABRUZZO. La giunta ha approvato, a valere sui fondi Fondi Sviluppo e Coesione (ex FAS), un bando di 2 milioni di euro volto a finanziare i Contratti di Sviluppo Locale contenenti programmi di sviluppo produttivo ricadenti all'interno delle Aree di Crisi Val Pescara, Val Sinello e Val Vibrata.
«La genesi di questa iniziativa - ha spiegato l'assessore Alfredo Castiglione- parte dalla constatazione che sono numerose le eccellenze presenti nella regione in tutti i settori economici. Aziende che fanno della tecnologia e del know-how il loro punto di forza, e che, se messe in condizione di aumentare il proprio livello di innovatività e di crescita attraverso nuovi investimenti, possono raggiungere un livello adatto a rispondere alle sfide che la competizione mondiale ci propone».
La dotazione finanziaria di questo bando, che sarà pubblicato sul BURA nei prossimi giorni, verrà ripartita in parti uguali tra le tre aree di crisi regionali interessate dalla misura.
«I due milioni di euro che vengono messi inizialmente a disposizione - ha spiegato l'assessore - rappresentano un modo per aprire una finestra, per creare un contenitore. In realtà, il plafond di risorse sarà più ampio e nei prossimi mesi se ne avrà la dimostrazione».
Intanto, le imprese potranno fare domanda a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno attraverso l'istanza di accesso e proposta di massima, a partire dal 15 marzo prossimo e fino al 30 aprile. Le domande dovranno comunque pervenire entro il 15 maggio.
La Regione Abruzzo valuterà le stesse istanze la cui valutazione positiva darà diritto alle imprese ad accedere alla fase negoziale con la presentazione della proposta definitiva. Ad essa seguirà la sottoscrizione del Contratto di Sviluppo Locale da parte della Regione Abruzzo con l'impresa o le imprese proponenti. Il Contratto di Sviluppo favorisce la realizzazione di investimenti proposti da imprese aventi sede operativa in Abruzzo.
L'importo complessivo delle spese ammissibili degli investimenti oggetto del contratto di sviluppo Locale deve essere ricompreso tra un importo minimo di 1 milione di euro e un importo massimo pari a tre milioni di euro. Il contributo viene concesso a fondo perduto ma i progetti di investimento devono ricadere esclusivamente all'interno delle Aree di Crisi Val Pescara, Val Sinello e Val Vibrata.