TASSE E POLITICA

Progresso Giuliese contro Mastromauro: «a loro gli sprechi, ai cittadini l’aumento Tarsu»

Pioggia di accuse contro l’amministrazione giuliese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2580

Progresso Giuliese contro Mastromauro: «a loro gli sprechi, ai cittadini l’aumento Tarsu»
GIULIANOVA. E’ un fiume in piena il gruppo “Progresso giuliese” contro l’amministrazione Mastromauro.

L’aumento della Tarsu del 30 % ha risvegliato veleni latenti e ricordi più o meno belli. Perché il Comune spreca tanto e i cittadini pagano altrettanto? E’ in sostanza il ragionamento del gruppo. Nel mirino di Progresso giuliese sono finiti una serie di spese compiute dall’Ente.
Si parte dai costi della pulizia raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti dello piaggiato giuliese in seguito all'alluvione del 28 febbraio e 1 e 2 marzo 2011, per 1mln e 100 mila euro circa.
I dubbi del gruppo sono persino approdati alla Procura di Teramo.Le perplessità riguardavano l’affidamento diretto della gestione del servizio, la costituzione di un Ati (associazione temporanea di impresa) dell’ente esecutore, i controlli sui rifiuti asportati e caricati sui camion e la rapida liquidazione dei soldi alla ditta incaricata.
Il gruppo, oggi, non dimentica neanche i 3 mln e 200 mila euro di debito del Comune verso Cirsu-Sogesa. Gabriele Filipponi, vice sindaco, tempo fa ha assicurato che Cirsu avesse già preso i soldi dei debiti attraverso transazioni e cessioni di crediti e che il Comune dovesse ancora pagare circa 500mila euro entro giugno.
Oggi al gruppo risulta che il Comune abbia pagato solo in parte la tranche di 500 mila euro dovute al Cirsu. E chiede ancora: «che ci dite su 1mln e 200 mila euro spesi per affidamenti diretti senza alcun controllo e che fine ha fatto il tesoretto da 3mln e 300 mila euro di avanzo sul bilancio 2011 e perché continuiamo ad avere la città sempre più sporca e mal servita?».