SANITA'

Commissioni di invalidità? Costano 1 mln di euro

L’interrogazione dell’Idv a Chiodi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2378

Commissioni di invalidità? Costano 1 mln di euro
TERAMO. Quanto costano e come funzionano le commissioni di invalidità della Asl di Teramo?

E’ la domanda depositata con un'interrogazione urgente al presidente Chiodi da parte del Consigliere regionale Cesare D'Alessandro (Idv) che ha chiesto chiarimenti sul funzionamento delle commissioni di invalidità della ASL di Teramo.
In particolare, D’Alessandro intende sapere se risponde al vero che nel bilancio di previsione del 2012 sia stata impegnata una somma di quasi 1 milione di euro per il funzionamento e il compenso dei componenti le commissioni, resasi necessaria perché le sedute si tengono prevalentemente fuori l'orario di servizio.
Il Consigliere D'Alessandro rivolge inoltre, per il tramite di Chiodi, specifiche domande di chiarimento al direttore generale della ASL di Teramo, volte a conoscere ed a far conoscere all'opinione pubblica: «quante sono le commissioni insediate nella ASL di Teramo e quanti sono i componenti dirigenti medici che ne fanno parte? Quante riunioni si tengono mensilmente in orario di lavoro e quante fuori orario. E’ noto che quelle in orario non sono retribuite a differenza, ovviamente, di quelle oltre il regolare servizio prestato? Esiste o meno un elenco di medici disponibili a svolgere i compiti affidati alle commissioni di invalidità civile e se, nel caso, avvengono nomine a rotazione? Quanti sono i medici di medicina legale che esercitano le funzioni di presidente delle commissioni di invalidità? Come vengono retribuiti e quanto percepiscono i componenti delle commissioni? Si sono mai riunite commissioni nello stesso giorno, presiedute dallo stesso presidente?
Quante sono le richieste che mediamente vengono trattate ed evase in ogni seduta, nell'arco di un mese e in totale nell'anno?»