Lanciano, bando raccolta rifiuti: porta a porta, ecosportelli e tracciati

I 23 Comuni di Ecolan spa verso la differenziata e controlli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2565

Lanciano, bando raccolta rifiuti: porta a porta, ecosportelli e tracciati
LANCIANO. Una incontro nel nome della raccolta differenziata tra i sindaci dei 23 comuni soci di Ecolan spa.


LANCIANO.  Una incontro nel nome della raccolta differenziata tra i sindaci dei 23 comuni soci di Ecolan spa.

Gli amministratori si sono riuniti per discutere del progetto di raccolta differenziata porta a porta e/o prossimità. Un obiettivo che diventerà realtà quando il bando del 2 novembre scorso individuerà  il gestore del servizio di igiene urbana dei comuni interessati. Presenti alla conferenza stampa il direttore di Ecolan Sandro Fantini, il presidente Gianpanfilo Tartaglia e alcuni sindaci dei Comuni partecipanti.

Secondo i dati del 2010, dice Ecolan, «i Comuni ricicloni sono quelli più piccoli a differenza di quelli più grandi come Atessa e Lanciano che per rapporto popolazione/raccolta differenziata si ferma al 34,6% con un conferimento in discarica di 12.000 tonnellate».

Il servizio di raccolta e trasporto rifiuti urbani, di rifiuti pericolosi, scarti verdi coprirà ben 23 Comuni: Altino, Archi, Bomba, Civitaluparella, Civitella Messer Raimondo, Colledimacine, Fara San Martino, Gessopalena, Lama dei Peligni, Montebello sul Sangro, Monteferrante, Montenerodomo, Palombaro, Pietraferrazana, Pizzoferrato, Poggiofiorito, Quadri, Rocca San Giovanni, Roccascalegna, Roio del Sangro, Rosello, Taranta Peligna e Torricella Peligna.

L’appalto del servizio di 12.486.625 durerà 7 anni, a partire dalla prossima primavera, e la ditta aggiudicatrice dovrà fornire ai Comuni  un report dettagliato sulle aree critiche dove c’è maggiore presenza di abbandono rifiuto o un’ errata gestione porta a porta e sui quantitativi di materiale raccolto. L’impresa appaltatrice, inoltre, dovrà garantire il raggiungimento minimo del 65% della raccolta differenziata in ogni Comune e non inferiore al valore raggiunto dal singolo comune nell’anno precedente.

I rifiuti verranno conferiti dalla ditta nelle discariche di Cerratina (Comune di Lanciano), nell’impianto di compostaggio in località Contrada Cena (Comune di Cupello), o presso l’impianto in località Bocca di Forlì di Castel Di Sangro.

Tra gli aspetti più innovativi del bando di gara, l’istituzione di un eco sportello in ogni singolo comune per mantenere un filo diretto tra gestore e cittadino ed il tracciato dei rifiuti attraverso sistemi informatici così da  individuare i comportamenti più o meno virtuosi dei singoli cittadini.