SANITA'

Influenza, partono le vaccinazioni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

49

vaccini

ABRUZZO. Partono in questi giorni le vaccinazioni nelle varie Asl abruzzesi. La Regione invita a non sottovalutare i rischi di contagi e a vaccinarsi al più presto e adottare semplici, ma quanto mai efficaci, misure di igiene e protezione individuale per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza.

 I soggetti che rientrano nelle categorie a rischio potranno vaccinarsi gratuitamente nei centri vaccinali della Asl e presso il proprio Medico di medicina generale e Pediatra di libera scelta. Sono considerate a rischio le persone di età pari o superiore a 65 anni; i bambini di età superiore ai sei mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; i bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; le donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; gli individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

Accanto alla vaccinazione, il Servizio di igiene epidemiologia e sanità pubblica suggerisce a tutti alcune precauzioni importanti, come il lavaggio delle mani (con acqua o con gel alcolici); una buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani); l’isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale; l’uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali).