SANITA'

Pescara, inaugurati i nuovi locali rianimazione dell’ospedale Santo Spirito

1100 metri quadri con 17 posti letto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1605

Pescara, inaugurati i nuovi locali rianimazione dell’ospedale Santo Spirito





PESCARA. Nuovi locali e tecnologie d'avanguardia. Sabato mattina è stato inaugurato il nuovo reparto di rianimazione dell'ospedale Santo Spirito di Pescara: una superficie di oltre 1100 metri quadrati che ne fa uno dei più estesi d’Italia. E localizzato nella stessa posizione del precedente reparto che andò distrutto da un incendio.
Il 21 novembre 2002, infatti, un corto circuito nella sala operatoria annessa al reparto determinò un grave incendio che, solo per la prontezza di spirito del personale medico ed infermieristico in turno, non si trasformò in tragedia per i dieci pazienti degenti; questi ultimi vennero tutti evacuati senza danni in una situazione resa molto complessa per il denso fumo che impediva la visuale e rendeva l’aria irrespirabile.
La nuova struttura è stata progettata con caratteristiche all’avanguardia sia per la logistica ed i percorsi che per le tecnologie adottate. Avrà una capienza totale di 17 posti letto così ripartiti: 13 posti di Rianimazione, di cui 1 di Isolamento, 2 di Terapia Intensiva Post-Operatoria, 2 di Terapia Intensiva Pediatrica.
Ogni postazione paziente è dotata di monitoraggi di punta e di accessoristica tutta sospesa a soffitto rendendo così agevole il movimento degli Operatori sull’intero perimetro del posto letto; questa caratteristica è molto funzionale ed è fondamentale sia per la ergonomicità che per tutte manovra da effettuare sul paziente. Per ogni posto, inoltre, è predisposto un sistema che renderà possibile, tramite una telecamera, un controllo video in tempo reale del paziente; in prospettiva, potrà essere attivata una funzione che, via Web e con le opportune misure di privicy con password e ad orari fissi, permetterà ai familiari dei degenti un contatto video con il proprio caro direttamente dalla propria abitazione.
Sono presenti nella struttura un elevato numero di punti acqua che favoriscono tutte le procedure infermieristiche con la sicurezza di una più accurata prevenzione delle infezioni. Due dei posti letto sono dotati di impiantistica connessa direttamente all’adiacente Reparto di Dialisi con la possibilità di effettuare trattamenti di filtrazione intermittente senza lo spostamento del paziente. Il posto di Isolamento è allocato in un’ampia stanza con ingresso e servizi dedicati.

TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA
I due posti di Terapia Intensiva Pediatrica sono gli unici presenti in tutto Abruzzo, hanno strumentazione specifica con monitoraggio dedicato e centralizzato a parte. Tutti gli altri posti sono monitorati e connessi ad una postazione fissa di controllo in grado di registrare in tempo reale qualunque anomalia strumentale; i segnali dei singoli monitors, inoltre, possono essere richiamati e controllati anche dagli studi medici e da quello del direttore.
Tutti i tramezzi dei locali riguardanti i posti letto e la Centrale di monitoraggio sono dotati di ampie vetrate che, all’occorrenza, possono essere oscurate da tende veneziane posizionate all’interno del doppio vetro.

I FAMILIARI
Una grande attenzione è stata riservata ai locali dedicati ai familiari dei ricoverati; posizionati in una zona leggermente decentrata, sono ampi e dotati di servizi igienici dedicati e di spogliatoio. Un’apposita sala colloqui è annessa alla sala d’aspetto ed è qui che saranno fornite dai Sanitari le notizie cliniche.
Il reparto è stato dotato di un’aula multimediale che è in grado, una volta attrezzata, di ospitare oltre 50 posti a sedere.

IL PERSONALE
Uno studio accurato è stato dedicato al benessere del personale medico ed infermieristico che opera nella struttura; i locali sono di ampio respiro, con elevata luminosità e con una studiata scelta cromatica. Completano l’opera molti altri locali quali farmacia interna, sala controllo tecnico delle apparecchiature, locale laboratorio, soggiorni, magazzini e cucinetta. Dati forniti dall’Agenzia Sanitaria Regionale riportano che Pescara assorbe oltre il 75% di questo tipo di patologia rivelandosi il vero Centro Traumatologico Regionale. A questo dato va aggiunto che, in campo pediatrico, il 100% di gravi patologie politraumatologiche afferisce allo “Spirito Santo”.
Per quanto concerne l’organico da impegnare all’interno del nuovo Reparto di Rianimazione, presteranno la loro opera 3 medici nei turni 8-14 e 14-20 e due nel turno notturno.