Chieti, congresso Sism. Tra i temi, "depressione post-partum"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4165

CHIETI. Si terrà a Chieti dal 27 al 30 ottobre, il 41° congresso del segretariato italiano studenti in medicina (Sism), presso l'Auditorium dell'Università G.D'Annunzio.

 Il congresso, patrocinato dall’Università D’Annunzio, Regione Abruzzo, Provincia di Chieti, Comune di Chieti, Assessorato alle Politiche Giovanili e Centro Servizi per il Volontariato, si aprirà con il convegno sulla “depressione post-partum”, alla presenza del sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, del rettore dell'Università G.D'Annunzio, Franco Cuccurullo e del presidente della Fondazione Carichieti, Di Nisio, oltre a 200 delegati dalle 37 sedi locali Sism sparse tra le differenti facoltà di medicina italiane.  Il tema della depressione post partum verrà sviscerato in tutti i suoi aspetti, da quello prettamente ginecologico (il prof. Marco Liberati, direttore della clinica di ginecologia e ostetricia del SS. Annunziata di Chieti interverrà sull’argomento“La depressione post partum dal punto di vista ginecologico: aspetti clinici ed endocrinologici”), a quello psicologico grazie al professor  Filippo Maria Ferro (ordinario di psichiatria dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara) con un intervento sui “Problemi psico-patologici in gravidanza e nel post-partum”.  Sarà poi la volta del professore Massimo di Giannantonio (direttore del Centro Salute Mentale di Chieti)  che  parlerà di“Maternity Blues:l’amore e l’odio versoi il cambiamento”, seguito dall’associazione Onlus,  “I Girasoli” che rifletterà con il pubblico presente su “depressione post-partum e abuso all’infanzia: come riconoscere per prevenire il child abuse”.

 Il 41° congresso Sism sarà anche l’occasione  per il rinnovo delle cariche associative e per discutere i futuri assetti che vedono coinvolto il mondo degli studenti di medicina nell’università italiana.   Il Sism Chieti che opera nei settori della salute riproduttiva, salute pubblica, pedagogia medica, diritti umani, ricerca medica e scambi internazionali, svolge un’opera di sensibilizzazione della popolazione universitaria e residente verso i temi della sanità, organizzando manifestazioni pubbliche come l'ospedale dei Pupazzi (contro la paura del dottore per i più piccoli), servizio di clowntherapy (con il Progetto Smile-x al SS. Annunziata),Giornata Mondiale del Diabete (con Diabete Italia), donazione di sangue (con il Goccia su Goccia con Avis), giornata mondiale dell'Aids (con Cesvi) e proposte di attività didattiche elettive nell'Università D'Annunzio.

24/10/2011 13.47