Menopausa è fase normale per 90% donne, buona per 30%

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3303

MILANO. Cala consumo farmaci ormonali, terapia sostitutiva per 2 su 10

MILANO. Cala consumo farmaci ormonali, terapia sostitutiva per 2 su 10

La menopausa non è più vista come un brutto momento nella vita: oltre il 90% delle donne ritiene infatti che sia una fase normale della vita e per il 30% è una buona esperienza. A dirlo sono soprattutto le donne in menopausa e post-menopausa, cioé chi ha già vissuto l'esperienza in prima persona.

E' quanto emerge da un'indagine promossa dall'Istituto superiore di sanità (Iss) e dall'Istituto Mario Negri, condotta su circa 1200 donne tra i 45 e 60 anni in 4 Regioni (Lombardia, Toscana, Lazio e Sicilia). Dal monitoraggio è emerso inoltre che solo il 50% delle intervistate ha ricevuto informazioni sulla menopausa e circa il 34% sulla terapia ormonale sostitiva (Tos). I disturbi più frequenti sono vampate, sudorazioni e irritabilità.

Rispetto a un'altra indagine condotta nel 2008, sono però aumentate le informazioni sulla menopausa ricevute dai professionisti sanitari (78% rispetto a 69%) e diminuite quelle veicolate dai media (58% rispetto al 72%). Il 44% delle donne inoltre ha ricevuto informazioni contrastanti sulla terapia ormonale e ancora troppe, rileva l'Iss, giungono alla menopausa senza un'informazione adeguata alle loro necessità. La ricerca ha poi riscontrato una riduzione nei consumi dei farmaci ormonali. Tra le donne in menopausa/post-menopausa, poco meno di 2 su 10 hanno fatto ricorso alla terapia ormonale, per lo più per curare i sintomi vasomotori.

Dal 2000 al 2010 i consumi dei farmaci per la tos sono scesi da 30 dosi giornaliere ogni mille abitanti (Ddd) a 15 Ddd, con una variazione media annuale del -5,4%. Si può quindi stimare che nel 2010 in Italia oltre 300mila donne siano state trattate con la terapia ormonale in menopausa.

A livello regionale la prescrizione nel 2010 è stata abbastanza eterogenea, variando dalle 9 Ddd del Molise alle 25 della Val d'Aosta. Gli estrogeni sono quelli che tra il 2000 e il 2010 hanno visto la riduzione più marcata, passando da 20 a 7 Ddd (-9,3% di riduzione media annuale).

 

08/10/2011 8.43